Temptation Island, il dolore di Sofia Calesso: «Ho perso il figlio che aspettavo»

Temptation Island, il dolore di Sofia Calesso: «Ho perso il figlio che aspettavo»
Temptation Island, il dolore di Sofia Calesso: «Ho perso il figlio che aspettavo»
3 Minuti di Lettura
Sabato 27 Agosto 2022, 16:54

E' stata una delle protagoniste di Temptation Island di due anni fa, Sofia Calesso che, ora, racconta il suo grande dolore. Insieme al fidanzato Alessandro Medici, hanno partecipato al programma di Canale 5 per tentare di porre rimedio alla mancanza di fiducia reciproca e all'eccessiva gelosia che rischiava di distruggere la loro relazione. Ma fu una partecipazione lampo: dopo soli cinque giorni sono usciti dal programma e ancora oggi, stanno insieme. Ma dopo la bella notizia della gravidanza, per i due c'è stato un immenso dolore. 

Ottava settimana

In un'intervista rilasciata a PiùDonna, l'ex concorrente di Temptation Island ha raccontato che quando ha scoperto di essere incinta ha provato «una gioia immensa». Era all'ottava settimana ma ha potuto godere di questa felicità solo per 15 giorni.

La scoperta

«Dopo solo 2 settimane dalla scoperta, quando una mattina Alessandro era assente, mi accorgo di avere un’emorragia. Vado subito all’ospedale di Perugia e per la prima volta ho sentito il suo cuoricino. La gioia è durata però pochi secondi, il tempo di pensare che avrebbe resistito, e poi l’emorragia è aumentata al punto da spezzare quella vita e anche la mia felicità. Non ci sono parole per esprimere ciò che si prova», ha raccontato Sofia al magazine.


Il dolore per la perdita del suo bambino si è acuito quando i medici le hanno detto che per il momento deve «escludere la possibilità di restare incinta di nuovo». Suo marito, Alessandro, ha provato in tutti i modi ad aiutarla a superare questo momento difficile. «Dopo aver perso il bambino, oggi sto ancora in ripresa, ma oltre al dolore che ho subito, il susseguirsi di episodi ha dimostrato che momentaneamente non ci sono possibilità che io possa rimanere di nuovo incinta e la cosa è stata ancora più dolorosa da accettare. Il 4 giugno scorso, Alessandro ha deciso di portarmi via per farmi allontanare da tutto e tutti e farmi riprendere. Avevo perso da pochissimo il bambino e mi sono allontanata perché non sarei stata in grado di gestire il tutto. Avevo bisogno di metabolizzare e capire cosa mi fosse successo e mi sono presa del tempo per me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA