Le mamme contro le lezioni pomeridiane
Il tempo prolungato finisce in soffitta

Le mamme contro le lezioni pomeridiane Il tempo prolungato finisce in soffitta
1 Minuto di Lettura
Venerdì 6 Giugno 2014, 20:16 - Ultimo aggiornamento: 8 Giugno, 10:45

PORTO SAN GIORGIO - ​La scuola media sangiorgese perde due sezioni per il prossimo anno. Un dato significativo ma sostanzialmente l'unico in negativo, e prevedibile, nel bilancio delle iscrizioni per l'anno scolastico 2014-2015 nelle scuole di Porto San Giorgio. I genitori sangiorgesi, oltretutto, dimostrano di non gradire il tempo prolungato che, infatti, quest'anno non avrà più una sezione specifica. Insomma il prolungato andrà ad estinguersi con le classi seconde e terze ancora attive. "Le due sezioni in meno sono il frutto del boom delle nascite registrato nel 2000 e alla ridotta natalità degli anni a seguire" spiega la dirigente scolastica Daniela Medori.

Per il resto il trend delle iscrizioni, a vari livelli, dell'istituto comprensivo Nardi tiene rispetto ai dati del 2013. Anzi. Alla scuola dell'infanzia e alle elementari le iscrizioni sono addirittura cresciute. Ma andiamo per ordine, partendo proprio dalle medie: "Offriamo ai genitori tre soluzioni: il tempo normale, il normale su cinque giorni (con uscita da scuola alle ore 14) e il prolungato con 2-3 rientri pomeridiani. Su quest'ultimo non formeremo più una classe perché, evidentemente, i sangiorgesi non lo gradiscono. A mio avviso - confessa Medori - è un peccato perché il prolungato consente un approfondimento didattico molto utile".

© RIPRODUZIONE RISERVATA