Terremoto Grecia di 6.3, migliaia in strada: «Persona sotto le macerie». Scossa sentita anche in Italia. Ecco dove

Mercoledì 3 Marzo 2021
Terremoto Grecia di 6.3, migliaia in strada: «Persona sotto le macerie». Scossa sentita anche in Puglia

Terremoto, forte scossa a Nord di Atene, in Grecia: da una prima analisi la magnitudo sarebbe di 6.3. La forte scossa è stata registrata stamani nella zona della Grecia centrale, vicino a Tirnavos, a nord di Atene e di Larissa: lo rende noto l'Istituto geofisico statunitense. Il sisma è stato sentito anche in Puglia.

L'epicentro del sisma è stato individuato a 10 chilometri a nordovest di Tirnavos, una cittadina a circa 360 chilometri a nord della capitale e una ventina di chilometri a nord di Larissa. Il terremoto ha colpito a 10 km di profondità. Per ora non si hanno notizie di vittime.

 

 

Gente in strada a Larissa e Trikala: persona intrappolata sotto le macerie

 

Migliaia di persone si sono riversate in strada a Larissa e Trikala, i due maggiori centri della Tessaglia (Grecia centrale) dopo la forte scossa tellurica che ha colpito la regione, avvertita anche ad Atene e nel nord del Paese. Secondo il sito in.gr, c'è una persona rimasta intrappolata sotto le macerie nel villaggio di Mesochori.

Il sisma ha avuto una magnitudo 6,2 secondo alcuni rilevamenti, 5,9 secondo altri. Secondo Efthymios Lekkas, professore di geodinamica all'Università Kapodistrias di Atene, l'area interessata «è ad altissimo rischio sismico. Stiamo monitorando il fenomeno e non possiamo ancora dire se sia il terremoto principale », ha detto, citato da in.gr.

 

Scossa di 4.2 anche in Croazia

 

Un terremoto di magnitudo 4.2 si è verificato anche alle 5:37 di oggi in Croazia, nella cittadina di Bisnovo, a una cinquantina di chilometri da Zagabra. L'epicentro è stato localizzato a una profondità di 3 km. Al momento non si ha notizia di danni a persone o cose.

La nuova forte scossa di stamane è tornata a colpire la Croazia centrale con epicentro nella regione della Banija e la cittadina di Petrinja, devastata lo scorso 29 dicembre da un sisma di 6.4 gradi. La scossa è stata avvertita e in tutto il nord del Paese e nella capitale Zagabria. Non ci sono notizie di feriti o danni. Da fine dicembre la zona di Petrinja e Sisak è stata colpita da una trentina di lievi e medie scosse di assestamento e da una più forte, di magnitudo 5.0. A febbraio sono stati registrati tre terremoti sopra i 4.0 gradi. Il violento terremoto del 29 dicembre ha causato sette vittime, provocato ingenti danni e quasi 4 mila sfollati.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA