Parigi, cade e resta 9 ore a congelare sul marciapiede: "il fotografo del tango" muore nell'indifferenza

È stato un senzatetto a chiamare i soccorsi. L'artista è stato portato in ospedale, dove poco dopo è morto per una grave ipotermia

Parigi, cade e resta 9 ore a congelare sul marciapiede: "il fotografo del tango" muore nell'indifferenza
3 Minuti di Lettura
Sabato 29 Gennaio 2022, 19:56

Ignorato per 9 ore dai passanti mentre congelava lentamente su un marciapiede nel centro di Parigi. E' morto così nell'indifferenza, il grande fotografo svizzero René Robert. L'artista, 84 anni, noto come 'il fotografo del tango', era caduto forse per un malore verso le 21 di sera ed era rimasto sul marciapiedi nella centralissima rue de Turbigo, nel quartiere de La République per ore senza che nessuno lo aiutasse. È stato un senzatetto a chiamare i soccorsi l'indomani alle 6 del mattino: Robert è stato portato in ospedale, dove poco dopo è morto a causa di una grave ipotermia. L'incidente è avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 gennaio.

A raccontare questo dramma dell'indifferenza di cui è stato vittima il fotografo, noto per i suoi ritratti del mondo del flamenco, è stato il suo amico e giornalista francese Michel Mompontet che ha concesso interviste alle radio, alle tv e alla stampa sollevando stupore e polemiche in Francia. «Come è stato possibile arrivare a tanto? Come non essere indignati? - si è chiesto Mompontet - René Robert ha avuto un malore ed è caduto. Incapace di alzarsi, è rimasto immobile sul marciapiede al freddo per nove ore fino a quando un senzatetto ha chiamato i soccorsi. Nel corso di quelle lunghe nove ore nessun passante si è fermato a controllare perchè quell'uomo fosse sdraiato sul marciapiede. Non uno». 

René Robert era nato il 4 marzo 1936 a Friburgo (Svizzera) ed aveva iniziato la sua carriera nella fotografia nel campo della pubblicità e della moda, ed è aveva conquistato la fama con gli scatti dedicati ai ballerini di flamenco. Le sue immagini, sempre in bianco e nero, ispirate e splendide, per più di 50 anni hanno esaltato l'arte del flamenco. Ha fotografato tutti i più grandi spettacoli di flamenco tra Spagna e Francia e le più straordinarie figure di questo mondo come Paco de Lucia, Fernanda de Utrera, Pastora Galván, Sara Baras, La Susi, Tomatito, El Torombo, El Torta, Vicente Amigo, Eva La Yerbabuena, attraverso ritratti di bellezza sublime, nei quali l'autenticità si coniuga con la grazia. I ritratti del fotografo René Robert realizzati dal 1967 al 2009 sono stati al centro di numerose mostre in giro per l'Europa ed una esposizione di 75 immagini si è tenuta a Roma per iniziativa dell'Istituto Cervantes. Le sue foto sono state raccolte in vari volumi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA