Guerra Ucraina, nave russa fermata nella Manica: è il primo effetto delle sanzioni. Mosca chiede spiegazioni alla Francia

L'ambasciata del Cremlino, appresa la notizia, ha chiesto spiegazioni in merito

nave russa fermata nella Manica. Mosca chiede spiegazioni alla Francia
nave russa fermata nella Manica. Mosca chiede spiegazioni alla Francia
2 Minuti di Lettura
Sabato 26 Febbraio 2022, 13:50

I primi effetti delle sanzioni dell'Unione Europea alla Russia. Una nave commerciale dal nome Baltic Leader che trasportava auto a San Pietroburgo, è stata dirottata a Boulogne-sur-Mer (Passo di Calais): si sospetta appartenesse a una compagnia russa presa di mira dalle sanzioni imposte dall'Ue contro Mosca. Lo ha detto all'Afp la prefettura marittima. La barca di 127 metri, intercettata dalla dogana al largo di Honfleur durante la notte da venerdì a sabato, è «fortemente sospettata di essere legata agli interessi russi presi di mira dalle sanzioni», ha precisato Véronique Magnin, responsabile regionale delle comunicazioni della prefettura marittima. L'equipaggio a bordo del Baltic Leader ha «collaborato con le autorità francesi».  L'ambasciata russa, appresa la notizia, ha chiesto alla Francia spiegazioni in merito al sequestro. 

Intorno alle 2 di notte la barca è stata sottoposta a un controllo nella zona del Pas de Calais. Poi, una volta che è risultato che la società armatrice poteva avere una connessione con gli interessi presi di mira dalle sazioni, la nave con il carico e l'equipaggio è stata costretta a dirottare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA