Malore improvviso, Andrea Mancin morto a 34 anni mentre faceva colazione: trovato dalla mamma in cucina

Rivà di Ariano: sarà l'autopsia a stabilire cos'è successo ad Andrea di così fulmineo

Malore improvviso, Andrea Mancin morto mentre faceva colazione: trovato dalla mamma in cucina
Malore improvviso, Andrea Mancin morto mentre faceva colazione: trovato dalla mamma in cucina
di Giannino Dian
4 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 14:22

ARIANO NEL POLESINE - È morto mentre faceva colazione prima di recarsi al lavoro. Improvvisamente. La ferale notizia, alle prime ore di ieri mattina, della repentina morte del giovane Andrea Mancin di 34 anni di Rivà di Ariano nel Polesine (Rovigo), ha suscitato incredulità, sgomento e dolore in tutta la comunità arianese dove la famiglia è molto conosciuta e stimata. La morte di un giovane senza alcun problema di salute, soprattutto quando avviene in circostanze misteriose e per motivi sconosciuti è ancora più sconcertante e ci si chiede: perché? Un infarto, un malore o qualcosa di diverso che ha privato Andrea di fare un solo lamento o di chiedere aiuto?

Giovanni Allevi e il mieloma: «La speranza ha effetti benefici sulle cellule». Come sta il musicista

DISPOSTA L'AUTOPSIA

Ora sarà l'autopsia a stabilire cos'è successo ad Andrea di così fulmineo che cosa l'ha strappato alla vita terrena e lasciato nel più profondo dolore gli anziani genitori, la mamma Maura Bergo ex operaia presso la ditta Mancin Nadia - invasatura prodotti ittici - di Rivà, il papà Alberto, ex guardia giurata nell'Isola di Albarella a Rosolina, il fratello Manuel di una decina di anni più grande, sposato e residente fuori comune ,e la fidanzata Giorgia di 25 anni di Porto Tolle. Non si conosce la data dei suoi funerali perché tutto dipenderà da quando saranno effettuati gli accertamenti di legge sulla salma e del rilascio del previsto nulla osta dell'autorità giudiziaria per poter dare l'ultimo saluto. Ora la salma, trasportata dalle onoranze funebri Aguiari di Rivà, si trova presso l'obitorio dell'Ospedale Civile di Rovigo per essere sottoposta all'esame necroscopico come richiesto dall'autorità competente per gli accertamenti.

Tragico infortunio sul lavoro a Tolentino: operaio 26enne muore schiacciato da un carico nella ditta di infissi

LA TRAGEDIA

Andrea, carrellista alla Kastamonu Italia pannelli truciolari nobilitati, con stabilimento a Pomposa, provincia di Ferrara, come tutte le mattine si era alzato per andare al lavoro e in cucina si stava preparando il caffè per la colazione. La mamma, dopo un po' che Andrea si era alzato, non sentendolo uscire di casa e con la moka del caffè ancora funzionante ha chiamato il figlio per sentire che cosa fosse successo. Non ricevendo nessuna risposta si è recata in cucina ed ha trovato Andrea a terra ormai privo di vita. Inutili gli immediati soccorsi perché Andrea ormai non respirava più.

INCREDULITÀ

Veramente tanti i messaggi di cordoglio attraverso i social in particolare dai suoi colleghi di lavoro e dagli amici che aveva non solo a Rivà dove abitava con i genitori in via Romea Comunale ma un po' ovunque nel Delta. Affranta dal dolore una sua amica, Sara Ruzza, consigliere comunale di Taglio di Po, afferma: «In queste circostanze non ci sono parole per lenire il dolore di una famiglia che perde improvvisamente un proprio figlio nel mezzo della sua vita ancora da coronare con tanti successi. Sono veramente senza parole. Te ne sei andato troppo presto Andrea. Fai buon viaggio!». «Sono profondamente dispiaciuta per la triste notizia che mi è arrivata, in prima mattinata, dell'improvvisa morte del giovane Andrea ha detto la sindaca Luisa Beltrame -; a nome mio e dell'amministrazione comunale porgo alla famiglia le più sentite condoglianze». «Conoscevo Andrea come un ragazzo tranquillo, sempre sorridente, laborioso, che salutava tutti - aggiunge la vice sindaca, Laura Modena, residente nella frazione arianese - e la notizia della sua improvvisa morte è stata un colpo al cuore per tutti. Alla sua famiglia la nostra vicinanza e le più sincere e affettuose condoglianze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA