Pagati per andare in vacanza, ecco il lavoro
più bello del mondo: già 150mila candidati

Pagati per andare in vacanza,
il lavoro più bello del mondo:
già 150mila candidati
Estate e vacanze, un connubio indissolubile. Tanto più se si è pagati per farle. E’ questa la formula vincente de “Il Lavoro più bello del mondo”, un’offerta di lavoro che prevede, per i candidati selezionati, free pass per tutti i locali della riviera romagnola e una precisa tabella oraria, fatta di eventi, discoteche, pub, musica, mare, ristorazione, cibo tipico, sport, shopping esclusivo e tanto divertimento, con un unico obbligo: raccontare sui social network la propria vacanza.

Vacanze 2018, gli italiani vanno in Grecia ma sognano l'America: New York desiderio proibito



Un’offerta che in poco più di un mese ha raccolto 150 mila candidature da tutto il mondo, 70 mila solo dalla Cina. Tra queste saranno selezionati solo 30 profili che si alterneranno in gruppi da sei, settimanalmente, dal 17 luglio al 15 di agosto. La prima settimana di lavoro vedrà protagonisti 2 genitori, che armati di smartphone dovranno vivere una vacanza proprio come lo farebbero i propri figli, e alla fine di ogni esperienza potranno esprimere le loro valutazioni e dare la loro approvazione. A seguire sarà la volta dei ragazzi under 30 tra cui 2 provenienti dalla Cina.

Il lavoro più bello del mondo è un progetto realizzato in sinergia dalla APT (Promozione Turistica Regione Emilia Romagna), SILB (Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento di ballo e di Spettacolo), Destinazione Romagna,Confcommercio della Provincia di Rimini e la Black Marketing Guru, guidata da Giacomo Arcaro.

Il progetto fa parte di un nuovo piano di marketing ideato per il rilancio del distretto riminese. La volontà è quella di far raccontare senza filtri direttamente ai turisti l’ampia offerta di intrattenimento della riviera: dai parchi divertimento ai locali da ballo, dalla ristorazione alle strutture ricettive. La bella vita riminese sarà così raccontata sotto ogni sua forma e amplificata grazie ad una serie di campagne digitali sviluppate ad hoc. Questa si tratta della seconda edizione del progetto, lo scorso anno le candidature erano state 22 mila da tutto il mondo e sui social network sono state ottenute 70 milioni di visualizzazioni e oltre un milione di likes legati al distretto del divertimento riminese.

I “lavoratori” sono reclutati grazie ad una campagna digitale creata ad hoc sui principali siti di cerca lavoro e attraverso i social network. Le iscrizioni sono ancora aperte ed è possibile candidarsi e ricevere più informazioni su due siti web dedicati all’iniziativa: http://lavoropiubellodelmondo.it/genitori/ e www.lavoropiubellodelmondo.com.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 16 Luglio 2018, 12:13 - Ultimo aggiornamento: 16-07-2018 13:39

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO