Francesca, a 34 anni molla il lavoro
sicuro in farmacia e stravolge la sua vita

Martedì 16 Luglio 2019 di Lucia Russo
Francesca Favaro a 34 anni molla il lavoro sicuro in farmacia e stravolge la sua vita
CASTELFRANCO - Francesca Favaro, da Castelfranco al Sud Sudan per portare cure nell'ospedale di Rumbeck. La 34enne ha lasciato il suo lavoro in una farmacia di Bassano ed è partita prima per la Tanzania per un percorso di formazione e, nella giornata di oggi prende l'aereo alla volta della cittadina di Rumbeck, tra le più fragili del Sudan. «Lavorare in farmacia è un bel lavoro afferma però mi sono resa conto che non faceva più per me. Ero in cerca di nuovi stimoli, un nuovo contatto con le persone, con nuove culture: ho scelto di partire per la Tanzania, per vedere se quella della cooperante era una nuova vita, che potesse fare per me. Lì ho conosciuto un nuovo mondo, fatto di italiani espatriati e di locali, che si impegnano per migliorare le condizioni di salute di chi ha  bisogno. Proprio sul campo ho conosciuto i volontari di Medici con l'Africa Cuamm: sono stati subito accoglienti con me, quasi una famiglia. Per questo ho scelto di ripartire con loro». In tre mesi Francesca ha deciso di dare una svolta alla sua vita e ha scelto di partire per la Tanzania, verso Iringa, ed ora per il Sud Sudan, un paese indipendente da otto anni che si trova sull'orlo di emergenze alimentari e sanitarie. 
LA DETERMINAZIONESicuramente una sfida che dà a Francesca una grande carica. «C'è da fare tutto, nell'ospedale di Rumbeck - sottolinea - Dovrò gestire la farmacia di un ospedale, è una grossa responsabilità. Un po' mi intimorisce, ma è il tipo di impegno che stavo cercando». Una struttura sanitaria con 76 posti letto che negli anni è diventata un punto di riferimento per mezzo milione di persone che abitano nello Stato. Nell'ultimo anno Medici con l'Africa Cuaam ha garantito in questo ospedale quasi 60mila visite ambulatoriali, 1.600 parti e oltre 11mila vaccinazioni. «La Tanzania mi ha rassicurato, ora in Sud Sudan sono pronta ad affrontare nuove sfide - afferma con decisione Francesca poco prima della partenza - contando sull'incontro con persone capaci e motivate, sarà questo a dare la differenza. In questi contesti so che posso esprimermi al meglio, sia dal punto di vista professionale che umano». 
IL SUPPORTOA supportare Francesca nel suo percorso anche gli altri partiti insieme a lei e a Medici con l'Africa Cuamm, è la prima Ong nata nel 1950 in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane attraverso la realizzazione di progetti a lungo termine in un'ottica di sviluppo per garantire servizi di qualità accessibili a tutti. Quello dove andrà Francesca, l'ospedale di Rumbeck è solo uno dei 24 centri sanitari con 2.200 operatori sia italiani che autoctoni, che l'organizzazione ha sviluppato in questi anni dislocati in otto paesi dell'Africa sub-Sahariana: Angola, Etiopia, Mozambico, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania ed Uganda. 
Lucia Russo  Ultimo aggiornamento: 12:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA