La fidanzata si rifiuta di fare sesso, lui la uccide e la decapita con 100 coltellate

La fidanzata si rifiuta di fare sesso, lui la uccide e la decapita con 100 coltellate
La fidanzata si rifiuta di fare sesso, lui la uccide e la decapita con 100 coltellate
2 Minuti di Lettura
Venerdì 28 Ottobre 2022, 16:07

La fidanzata rifiuta di fare sesso con lui e viene accoltellata. Justin Fields, 38 anni, è accusato di aver ucciso Tammy Bailey, 52 anni, dopo averla colpita con 100 coltellate, decapitandola, nella loro casa di di Blount Mark Moon, in Alabama.

La donna si sarebbe rifiutata di fare sesso con il 38enne, che sarebbe stato visibilmente ubriaco, così da mandarlo su tutte le furie.

La confessione

La coppia aveva trascorso la serata in giro per bar, per festeggiare il compleanno di Fields, ma una volta a casa tra i due sarebbe scoppiata una brutta lite. Dopo essere rientrati in casa il 38enne ha chiesto alla compagna di fare sesso, ma lei si sarebbe rifiutata. Lui, frustrato, ha così afferrato il coltello e l'ha pugnalata per circa 100 volte.

A raccontare l'accaduto alla polizia è stato lo stesso Fields che ha confessato tutto gli agenti. I poliziotti hanno trovato la donna in una pozza di sangue e con la testa recisa ai piedi del suo omicida.

 

Fields ha raccontato di essersi addormentato subito dopo la violenza, quando si è svegliato ha realizzato cosa era accaduto. Vedendo la compagna morta il 38enne ha chiamato il padre, che ha avvertito un parente che abita vicino alla coppia. Il giovane si è rifiutato di farlo entrare, così ha chiamato la polizia e i soccorsi. A quel punto Fields non ha opposto resistenza, ha lasciato che gli agenti entrassero in casa e ha raccontato quello che era accaduto. Il giovane è poi stato arrestato con l'accusa di omicidio e abuso di cadavere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA