Bergamo, pensionato lascia in eredità
un milione e 300mila euro ad Emergency

Sabato 20 Luglio 2019 di Loris Alba
A Città Alta (Bergamo) un uomo ha lasciato in eredità un milione e 300mila euro ad Emergency.

Si tratta di un impiegato di banca in pensione, che aveva una partecipazione in una società immobiliare, ha spiegato a Repubblica l’avvocato Roberto Trussardi, esecutore testamentario: «Qualche anno fa volle uscirne e farsi liquidare la sua quota, entrando quindi in possesso di una somma molto consistente. Ci conoscemmo in quella circostanza perché io seguii la vicenda».

L'uomo ha lottato a lungo con il cancro e dopo aver usato parte del denaro per le cure, ha deciso di voler donare il resto ad un ente benefico. I vari adempimenti burocratici hanno richiesto circa un anno e alla fine Trussardi ha potuto devolvere il denaro ad Emergency. “Lui mi aveva detto, pur senza metterlo per iscritto, che avrebbe preferito che i suoi soldi venissero impiegati in Italia e dalla ong mi hanno informato che la sua volontà verrà rispettata. Li investiranno nel Progetto Italia, ovvero nella gestione degli ambulatori distribuiti sul territorio nazionale. Il suo lascito è pari a un terzo delle donazioni ricevute da Emergency in un anno»









  Ultimo aggiornamento: 15:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA