San Benedetto, Formula Uno invia
una diffida alla gara dei canotti

Gara tra canotti fa infuriare
il circo della Formula Uno
I legali mandano una diffida
SAN BENEDETTO - La Formula Uno contro il Canotto Grand Prix di San Benedetto. Detta così può sembrare uno scherzo da 1° di Aprile ma uno studio legale romano che cura, per quanto riguarda l’Italia, gli interessi del gran circo della Formula Uno l'ha presa sul serio. Tanto che ha inviato una lettera di diffida nella quale invita l’associazione Genius Loci, che organizza l’evento, a non utilizzare la dicitura Grand Prix nella denominazione della goliardica gara per canotti che, lo scorso anno per la prima volta, era andata in scena a San Benedetto. Una manifestazione riuscita talmente bene che gli organizzatori, in primis il presidente onorario Marco Calvaresi, hanno fatto richiesta per depositare il marchio “Canotto Grand Prix”. Una richiesta che non è passata inosservata visto che, qualche giorno dopo è arrivata, agli organizzatori, una lettera della Formula One Management Limited. 
«Quando ti scrive un colosso come la Formula Uno per una vicenda del genere non sai cosa pensare - spiega Marco Calvaresi -. Ho subito chiamato lo studio legale e abbiamo chiarito la situazione. La competizione, ovviamente, cambierà nome». Ma una volta chiarita la situazione non è mancata la soddisfazione di essersi sentito, per qualche ora, concorrente della Formula Uno: «Paragonare i canotti della gara che ci siamo inventati - spiega sorridendo - alle miliardarie macchine di Formula Uno non è cosa da tutti i giorni. Scherzi a parte è evidentemente un segno che dobbiamo andare avanti con questa iniziativa che tornerà anche quest’estate». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Giugno 2019, 05:55 - Ultimo aggiornamento: 14-06-2019 05:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO