Ad Ascoli chiude il ponte di San Filippo: rivoluzionata la viabilità. Ecco come

Ad Ascoli chiude il ponte di San Filippo: rivoluzionata la viabilità. Ecco come
Ad Ascoli chiude il ponte di San Filippo: rivoluzionata la viabilità. Ecco come
di Luca Marcolini
4 Minuti di Lettura
Domenica 21 Agosto 2022, 03:25

ASCOLI - Sarà l’apertura del nuovo cantiere in partenza su via Tevere, dopo il ponte di San Filippo, ad accompagnare la città, a partire da domani mattina, verso una nuova rivoluzione della viabilità. Una rimodulazione necessaria proprio per consentire la realizzazione del nuovo tratto di pista ciclabile verso Monticelli, con allargamento della carreggiata stradale, che si sbloccherà, a questo punto, in due fasi. 

La circolazione


Se già da domani, infatti, verrà interdetta la circolazione proprio nella zona del ponte di San Filippo, scatterà tra qualche giorno – una volta completata la segnaletica – il provvedimento dell’Arengo per alleggerire flussi veicolari e disagi, ovvero la riapertura del tratto di viale Rozzi dietro la tribuna Mazzone allo stadio Del Duca. Un’arteria chiusa ormai da diversi anni che entro la prossima settimana dovrebbe tornare al servizio degli automobilisti, anche in maniera definitiva, per tamponare le criticità che si verranno inevitabilmente a creare nella zona di San Filippo almeno per i prossimi mesi (fino a dicembre). 


La chiusura


Da domani mattina e fino al 31 dicembre, salvo conclusione anticipata dei lavori, scatterà l’interdizione del traffico veicolare e pedonale sul ponte di San Filippo. Stavolta, però, si tratterà di lavori relativi alla nuova pista ciclabile, con allargamento della carreggiata, da via Tevere verso Monticelli. L’apertura del relativo cantiere, infatti, richiederà tutta una serie di modifiche alla viabilità. Oltre all’interdizione in entrambi i sensi di marcia, è previsto il divieto di sosta su tutti i lati del ponte di San Filippo e Giacomo e nelle vie afferenti utili per le aree di cantiere. Si prevede anche, qualora venisse ritenuto necessaria od opportuna, l’interdizione del transito veicolare in via Tolignano, per il tratto fino a via Tevere. Sono previsti, inoltre, l’obbligo di svolta a destra in via Zeppelle per tutte le provenienze da via Tevere est, l’obbligo di proseguire diritto (direzione est) in via Tevere per tutte le provenienze da via Zeppelle ovest, l’obbligo di svolta a sinistra all’intersezione con via della Repubblica per tutte le provenienze da via San Filippo e Giacomo, l’obbligo di proseguire a destra in direzione di via San Filippo e Giacomo per tutte le provenienze da via della Repubblica, l’obbligo di svolta obbligatoria a destra per le provenienze da via Lucania (accesso est) all’intersezione con via della Repubblica. Tali obblighi non sono validi per i residenti all’interno dei tratti stradali compresi tra l’intersezione di via S.S.Filippo-via della Repubblica e fino all’innesto del ponte e tra il limite est del ponte fino all’intersezione con via Zeppelle.


La riapertura


Con la stessa ordinanza, ma con avvio del provvedimento solo nei prossimi giorni, quando saranno state completate la segnaletica e la cancellata di chiusura dell’area tornelli, è prevista dopo anni la riapertura di viale Rozzi nel tratto dietro la tribuna Mazzone, allo stadio Del Duca. Una riapertura voluta dall’Arengo proprio per limitare gli inevitabili disagi a carico della circolazione stradale derivanti dal cantiere nella zona di Ss. Filippo e Giacomo. Anche in vista della ripresa dell’anno scolastico. Si darà il via libera, dunque, a una nuova configurazione della circolazione stradale in viale Rozzi e nell’omonimo piazzale, nonché nelle vie afferenti. Si è prevista anche la modifica delle fasi semaforiche dell’impianto sulla circonvallazione nord all’intersezione con via Zeppelle così come per l’altro impianto in via Zeppelle alle intersezioni con via Esino e via del Giordano, al fine di limitare la possibilità del formarsi di code in via Zeppelle. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA