Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cantiere in corso Trieste: cambia ancora il traffico. Ecco tutte le modifiche previste

Cantiere in corso Trieste: cambia ancora il traffico. Ecco tutte le modifiche previste
Cantiere in corso Trieste: cambia ancora il traffico. Ecco tutte le modifiche previste
di Luca Marcolini
4 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Agosto 2022, 06:10

ASCOLI  - L’estate ascolana si conferma calda anche dal punto di vista della viabilità stravolta e revisionata per lasciare spazio ai numerosi cantieri. L’ultimo tassello in questo puzzle di interventi e modifiche a traffico e sosta è quello che vede nella giornata odierna una rimodulazione del traffico dalle 16,30 fino alle 2 di notte su corso Trento e Trieste, già oggetto dei lavori per la ripavimentazione, necessaria per consentire l’allaccio, da parte della Ciip spa, della nuova condotta idrica realizzata nelle ultime settimane. 

 
Il servizio
Un servizio indispensabile che, però, come detto, richiederà ancora un po’ di pazienza degli automobilisti ascolani trattandosi di un ulteriore intervento lungo l’asse principale di attraversamento sud-nord del centro storico ascolano. Il tutto in uno scenario che dalla prossima settimana vedrà anche partire i lavori in via Tevere per prolungare il collegamento ciclabile dalla fine del ponte di San Filippo a Monticelli, con ampliamento della carreggiata. E, parallelamente, si cercherà di allentare i flussi veicolari con la riapertura anche della strada dietro la tribuna Mazzone al Del Duca, per riconnettersi sia con Monticelli che con la circonvallazione nord. 


La rivoluzione
Dalle ore 16,30 attraverso una specifica ordinanza dell’Arengo, scatterà una nuova interdizione del traffico, su corso Trieste, per consentire alla Ciip di allacciare la nuova condotta idrica realizzata in due punti: all’incrocio con corso Mazzini e all’altezza della banca Monte Paschi di Siena. Una chiusura alle auto che si protrarrà fino alla fine dei lavori, prevista al massimo per le due di notte. Nello specifico, il provvedimento di regolamentazione della viabilità per la giornata odierna, nella fascia oraria in questione, prevede nel dettaglio l’interdizione del transito veicolare da via XX Settembre fino all’intersezione di corso Trieste con corso Mazzini, così come il divieto di sosta con rimozione forzata su tutto il tratto davanti la sede della banca Monte Paschi di Siena con revoca degli stalli di sosta ciclomotori. Inoltre, è istituito il doppio senso di marcia (per residenti e autorizzati) per il tratto di corso Trento e Trieste che va da Piazza Simonetti a via XX Settembre.

In via Angelini all’angolo di via Pretoriana, invece, c’è obbligo di svolta a destra per tutti i veicoli provenienti da ovest fatta eccezione per i mezzi di soccorso, di polizia e autorizzati. In via Cairoli all’angolo con via Niccolò IV è istituito obbligo di svolta a destra per proseguire su via Niccolò IV. Infine, su via Ceci è prevista l’istituzione del doppio senso di circolazione per consentire l’immissione su via Niccolò IV. Intanto, sempre la Ciip effettuerà in via Monte Catria a Villa Sant’Antonio anche lavori per l’allaccio della “casetta dell’acqua”, con parziale interdizione del traffico e divieto di sosta. 


I cambiamenti
A parte la giornata di oggi che prevede questa rimodulazione straordinaria su corso Trieste per consentire l’allaccio della nuova condotta idrica, sullo stesso corso resteranno ancora le restrizioni al traffico veicolare previste in queste settimane per consentire la sistemazione della nuova pavimentazione. Ma sono in arrivo, dalla prossima settimana e in particolare dal 22 agosto, ulteriori cambiamenti alla viabilità cittadina. Si tratta dell’interdizione del ponte di San Filippo per consentire i lavori su via Tevere, subito dopo la fine del ponte, per ampliare la carreggiata e realizzare il nuovo tratto di pista ciclabile verso Monticelli che l’Arengo affiancherà, per alleviare almeno in parte i disagi, con la riapertura dopo anni di viale Rozzi dietro la tribuna Mazzone al Del Duca. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA