Papa Francesco nomina l'ascolano monsignor Russo, segretario della Cei, vescovo di Velletri

Domenica 8 Maggio 2022 di Mario Paci
A sinistra Stefano Russo

 ASCOLI - Il clero ascolano è di nuovo in festa per un’ altro prestigioso incarico assegnato a un nostro monsignor. Stefano Russo, vescovo emerito di Fabriano-Matelica e attuale segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, è stato infatti ordinato vescovo di Velletri-Segni. Papa Francesco, infatti, ha accolto la rinuncia a guidare la diocesi suburbicaria di Velletri-Segni, presentata da Vincenzo Apicella, lo ha scelto per questo incarico.

 


Stefano Russo è nato ad Ascoli il 26 agosto 1961. Nel 1990 ha conseguito la laurea in Architettura all’università di Pescara, frequentando poi i corsi per il Baccalaureato in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Solo un anno dopo l’ordinazione presbiteriale. Per molti anni, dal 1990 al 2007, è stato presidente della commissione Arte Sacra e Beni Culturali della diocesi di Ascoli Piceno e Incaricato per i Beni Culturali Ecclesiastici. Si è occupato anche di coordinare l’ufficio diocesano per gli interventi di recupero degli edifici di valore storico-artistico danneggiati dal terremoto nelle Marche. La competenza e la passione per l’arte lo hanno portato a ricoprire, per 10 anni fino al 2015, il ruolo di responsabile del Comitato dell’Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici della Cei. Il 18 marzo 2016 è stato nominato vescovo di Fabriano-Matelica. Due anni dopo è diventato segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana. È inoltre presidente del Consiglio di amministrazione della Fondazione di Religione Santi Francesco d’Assisi e Caterina da Siena. 

Monsignor Russo ha ringraziato il Papa per la fiducia e il cardinale Bassetti, presidente della Cei, per l’accompagnamento soprattutto in questi anni difficili segnati dalla pandemia. «Ogni chiamata - ha scritto il nuovo vescovo di Velletri - Segni - è una sorta di capovolgimento. In tutte queste chiamate ho amato la Chiesa e ho cercato di voler bene a tutte le persone che ho incontrato: vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose, laici e laiche». Bassetti a sua volta ha ringraziato monsignor Russo per il lavoro svolto e per il «vivo esempio di amore alla Chiesa perchè si è speso senza riserve». La sede suburbicaria di Velletri-Segni della diocesi di Roma appartiene alla regione ecclesiastica Lazio. Nel 2020 contava 126.992 battezzati su 135.592 abitanti. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA