Piazza del Popolo e piazza Arringo brilleranno con 300 led: è la strategia scelta per valorizzare i monumenti

Sabato 30 Aprile 2022 di Luca Marcolini
Piazza del Popolo e piazza Arringo brilleranno con 300 led: ecco la strategia scelta per valorizzare i monumenti

ASCOLI -  La giusta luce per valorizzare le due principali piazze cittadine: un progetto illuminotecnico che si concretizzerà entro l’anno, secondo il cronoprogramma comunale, per valorizzare due gioielli del centro storico a cui l’Arengo tiene particolarmente. Due biglietti da visita che si intende rendere ancor più affascinanti attraverso la proposta messa a punto dalla società Ascoli servizi comunali che prevede l’installazione complessivamente di quasi 300 nuovi punti luce e già approvata dalla giunta su indirizzo del sindaco Marco Fioravanti insieme all’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli.

 

In tale direzione, in realtà, si sta già procedendo, considerando che risulterebbe già arrivata una prima fornitura delle particolari lampade da installare, studiate proprio per garantire una scenografica illuminazione. Per far sì che i due “salotti” principali della città possano – tirando in ballo Ungaretti – illuminarsi d’immenso. 


Il nuovo progetto per l’illuminazione monumentale di piazza del Popolo e piazza Arringo è stato consegnato all’Arengo nel gennaio scorso e, dopo il benestare del sindaco Fioravanti e dell’assessore Cardinelli, è stato sottoposto all’attenzione della giunta. Da quel momento, proprio l’Ascoli servizi comunali, in veste di proponente che si farà carico anche di finanziare l’intervento, si è mossa per sbloccare la fornitura dei 289 nuovi corpi illuminanti, di diversa tipologia, che serviranno a completare l’intervento. A questo punto, considerando che le prime lampade sarebbero già arrivate, si potrà procedere con una serie graduale di lavori, per realizzare entro l’anno questo nuovo sistema di illuminazione delle due piazze principali. Nella stessa relazione progettuale, si fa riferimento ad un intervento complessivo finalizzato al «raggiungimento di un equilibrio luminoso attraverso il miglioramento dell’illuminazione funzionale e di quella scenografica».

E si specifica che tutto avverrà attraverso «l’utilizzo di corpi illuminanti di ultima generazione e di dimensioni ridotte, riuscendo anche a garantirne la mimetizzazione in modo che risultino poco percettibili, soprattutto di giorno». Tutti i corpi illuminanti, secondo quanto contenuto nel progetto, saranno dotati di tecnologia led in grado di ottenere eccellenti rendimenti cromatici e utilizzeranno sistemi ottici evoluti in modo da garantire un alto comfort visivo. Complessivamente, saranno installati 289 nuovi corpi illuminanti, con la copertura dell’investimento che sarà garantita dalla società Ascoli servizi comunali, mentre l’Arengo dovrà andare solo ad incrementare i costi di gestione annuali per una somma di 80 euro per ciascuno dei nuovi punti luce installati. L’installazione delle nuove lampade dovrebbe avvenire in maniera graduale, man mano che arriveranno le varie forniture richieste. 


Non è la prima volta, nel corso di decenni, che l’Arengo pensa a migliorare l’illuminazione della centralissima piazza del Popolo. Un progetto in tal senso risale al 2004, quando sindaco era Piero Celani. I lavori furono realizzati col supporto economico della Fondazione Carisap (presidente era Vincenzo Marini Marini) e furono utilizzate lampade Guzzini, con la messa in posa di 139 proiettori e di 121 plafoniere collocate in posizioni strategiche per evidenziare le sinuosità architettoniche della piazza. Andando ancora indietro, il precedente intervento sull’illuminazione della piazza risalirebbe alla fine degli anni Ottanta e fu realizzato attraverso un progetto della Osram premiato anche a livello europeo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA