Parata di star per il Memorial Troiani: cinema e musica nella notte dedicata alla lotta alla leucemia

Sabato 23 Aprile 2022 di Filippo Ferretti
La presentazione del Memorial Troiani

ASCOLI - Il Memorial Alessandro Troiani compie 23 anni. Accadrà la sera del prossimo 8 giugno, quando il direttore artistico da ormai sette edizioni, il produttore, musicista e autore ascolano Dario “Dardust” Faini darà vita ad uno spettacolo che si preannuncia prestigiosissimo. La manifestazione, che ogni anno viene realizzata per ricavare fondi a beneficio della ricerca scientifica sulle malattie oncologiche del sangue, grazie all’operato del reparto di ematologia dell’ospedale Mazzoni e dell’Ail, stavolta sul palcoscenico di piazza del Popolo, di fronte a 200 spettatori, oltre al music-maker ascolano vedrà esibire la cantante Elisa e l’attore Marco D’Amore. 

 

L’artista friulana, in seguito al successo ottenuto all’ultimo Sanremo e alle vendite dell’album “Ritorno al futuro - Back to the future”, presenterà una performance con i brani più noti del suo percorso artistico e seguirà il “live” dello stesso Dardust, che nell’occasione presenterà estratti provenienti dal nuovo album, in uscita ad ottobre.

All’attore campano Marco D’Amore, lanciato dalla serie televisiva “Gomorra”, di cui è divenuto poi anche regista nella quarta e nella quinta stagione, verrà affidato il compito di aprire la serata, attraverso un monologo ispirato alla storia di un giovane malato di leucemia. La manifestazione è stata presentata a Palazzo Comunale ieri mattina. Oltre agli amministratori - il sindaco Marco Fioravanti, l’assessore comunale Monia Vallesi e l’assessore regionale Giorgia Latini - era presente in collegamento Dario Faini, per affiancare gli organizzatori dell’evento, Giuliano Agostini e Leonardo Galieni. Dardust, impegnato nella realizzazione dello show di Rai Uno “La Notte della Taranta”, ha espresso grande felicità di riuscire, tra i tanti impegni che lo vedono coinvolto in questi mesi, a dare vita all’appuntamento nella sua città. «Ci tengo a fare un bel concerto in occasione di questo memorial, nel corso del quale proporrò una parte del mio nuovo album in uno dei rari miei concerti di quest’estate» ha spiegato Dardust, lodando i due artisti fortemente voluti, Elisa e Marco D’Amore. Nel corso dell’incontro, il presidente dell’Ail Giuliano Agostini ha spiegato i risultati ottenuti nei confronti della malattia da quando il giovane commerciante ascolano Alessandro Troiani, prima di morire, espresse il desiderio di aiutare con cure adeguate gli ammalati della sua città. «Oggi abbiamo un reparto d’eccellenza di ematologia grazie all’intuizione di Alessandro: con gli strumenti e le cure attuali probabilmente lui sarebbe ancora vivo» ha evidenziato Agostini, ricordando che con i progressi effettuati dalla ricerca attualmente si riescono a salvare 2 ragazzi ammalati su 3. «Abbiamo acquistato macchinari evoluti ed in grado di aumentare la possibilità di combattere queste malattie e dare una speranze concrete» ha concluso Agostini, riferendosi ad un importante laboratorio di biologia e al recente acquisto di uno strumento del valore di 65 mila euro, all’avanguardia per la diagnosi precoce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA