Un ascolano su tre dichiara al fisco un reddito annuale inferiore a diecimila euro

Lunedì 7 Giugno 2021
Un ascolano su tre dichiara al fisco un reddito annuale inferiore a diecimila euro

ASCOLI - Il ministero della Finanze ha appena scattato una fotografia, attraverso l’analisi delle ultime dichiarazioni dei redditi, quelle del 2020 (relative ai redditi del 2019), della situazione economica delle famiglie nel capoluogo piceno prima dell’arrivo dell’emergenza Covid.

 

 

Uno scenario che focalizza l’attenzione, ovviamente attraverso quanto denunciato, sulla presenza del numero di ascolani per ciascuna delle fasce di reddito da 0 a 120mila euro annui. Si tratta, in realtà, di una serie di dati statistici resi disponibili dal Dipartimento ministeriale delle finanze relativi a tutti i comuni italiani per quel che riguarda le dichiarazioni annuali delle imposte e, nel caso specifico, dell’Irpef

 


Il quadro
Un quadro dal quale emerge che nel 2019, su un totale di 35.573 contribuenti residenti in città, erano 9.623 i cittadini con reddito da 0 a 10mila euro. Mentre erano 222 quelli che rientravano nella fascia di reddito più alta, ovvero oltre i 120mila euro. E resta da capire, una volta che la statistica sarà aggiornata alle dichiarazioni 2020, quali risulteranno essere stati gli effetti del Covid anche sui redditi dichiarati al Fisco. Sono 35.573 i contribuenti residenti ad Ascoli prima dell’emergenza Covid per quel che riguarda l’Irpef pagata nel 2020 e relativa ai redditi 2019. A dirlo sono i dati statistici del Ministero delle Finanze attraverso lo specifico dipartimento. Entrando più nel dettaglio, di questi contribuenti 9.623 hanno dichiarato un reddito tra 0 e 10mila euro. Per un ammontare complessivo di somme dichiarate pari a 42,5 milioni di euro (per la precisione 42.524.051 euro). Nella fascia di reddito tra 10mila e 15mila euro dichiarati risultano 4.370 cittadini per una somma complessiva dichiarata di 54,5 milioni di euro (per 54.544.215 euro). Il maggior numero di cittadini, invece, ovvero 10.934, rientra nella fascia di reddito tra 15mila e 26mila euro, con una somma reddituale complessiva dichiarata di circa 223 milioni (223.982.740 euro). Nella fascia di reddito da 26mila a 55mila euro risultano, invece, 8.425 ascolali, con dichiarazioni per un totale di circa 287 milioni (287.382.409 euro). Risultano, infine, 676 contribuenti nella fascia di reddito tra i 55mila e i 75mila euro dichiarati, per un ammontare di 43,2 milioni (43.203.201 euro), 546 contribuenti con reddito dichiarato tra i 75mila e i 120mila euro, per un ammontare di 49,8 milioni (49.889.969 euro) e, infine, 222 ascolani nella fascia più alta, ovvero quella di chi ha dichiarato oltre 120mila euro, per una somma dichiarata pari a oltre 44milioni (per la precisione 44.195.535). I dati statistici elaborati dal Dipartimento ministeriale delle finanze specificano anche le tipologie dei redditi dichiarati per l’Irpef. 


I fabbricati
Dal dato complessivo delle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2020, risultano 17.818 i redditi da fabbricati, per un ammontare di oltre 18 milioni di euro, mentre sono 18.014 i redditi da lavoro e assimilati, cui si aggiungono anche 14.188 redditi da pensioni. Ovviamente ogni contribuente può aver dichiarato anche più di una tipologia di reddito. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA