Il commercio si muove verso est lungo la Piceno Aprutina: ecco le soluzioni possibili

Il commercio si muove verso est lungo la Piceno Aprutina: ecco le soluzioni possibili
Il commercio si muove verso est lungo la Piceno Aprutina: ecco le soluzioni possibili
3 Minuti di Lettura
Martedì 19 Aprile 2022, 05:50

ASCOLI  - Nonostante tutto, tra ricostruzione post sisma, pandemia che non demorde e anche il caro prezzi, continuano ad arrivare segnali incoraggianti sul fronte degli insediamenti commerciali in città. Dopo l’approdo e l’annuncio di altre catene e attività in franchising all’interno dei centri commerciali “Al Battente” e “Città delle stelle”, ora un’altra proposta sarebbe arrivata sui tavoli dell’Arengo per sbloccare una nuova attività commerciale lungo la Piceno Aprutina.

 

Un possibile insediamento per il quale i promotori avrebbero già preso contatti con Palazzo Arengo, ma per il quale c’è ancora il massimo riserbo, trattandosi ancora di una pratica allo stato embrionale. Di certo, però, c’è questo ulteriore segnale riguardo un ulteriore possibile ampliamento dell’offerta commerciale cittadina. In particolare, nella zona più ad est della città.


Ci sarebbe una nuova richiesta, pervenuta all’Arengo, per una nuova attività commerciale da avviare nella zona lungo la strada Piceno Aprutina, quindi in quell’area della città che si sta di fatto sempre più trasformando a fronte di una iniziale matrice industriale, figlia della Casmez. Adesso, dopo lo stop legato alla pandemia di iniziative imprenditoriali sul fronte commerciale – a parte qualche coraggioso imprenditore locale che ha investito nel settore food – sembra un po’ riprendere la voglia di investire e guardare avanti. E questo aspetto, in ogni caso, appare maggiormente legato, comunque, proprio alla zona più ad est della città, laddove ci sono diversi contenitori ex industriali o di altro genere che, comunque, nel frattempo, sono rimasti inutilizzati. Si tratterà ora di capire, nel caso specifico, se e come si svilupperà questa nuova richiesta pervenuta all’Arengo.


Altri investimenti commerciali importanti si profilano in città, per i prossimi mesi. Uno di questi è previsto all’ex Sime, ad opera di una società dell’imprenditore Piero Palatroni, con una riqualificazione del complesso che dovrebbe già prevedere l’avvio del cantiere tra giugno e settembre prossimi, dopo apposita convenzione con il Comune, per accogliere spazi ricettivi, ma anche commerciali – con particolare attenzione alle produzioni locali - e artigianali, a ridosso del centro storico.

L’altro investimento, programmato dalla Magazzini Gabrielli e ora sbloccato anche con il via libera della giunta comunale al Piano attuativo, su indirizzo del sindaco Fioravanti e proposta presentata all’esecutivo dal vice sindaco Silvestri, riguarda la realizzazione di una struttura di 2.100 metri quadrati che ospiterà un nuovo supermercato. La zona in questione è vicina all’ospedale Mazzoni e già da tempo destinata – grazie ad una variante urbanistica del 2009 – ad accogliere insediamenti commerciali, residenziali e direzionali. Oltre alla realizzazione del nuovo punto di riferimento commerciale a Monticelli si prevede anche un’area di oltre 4.800 metri quadrati destinati a parcheggi pubblici che verranno realizzati dal Gruppo Gabrielli, ceduti gratuitamente al Comune e, quindi, messi al servizio della comunità. L’obiettivo sarebbe quello di riuscire ad inaugurare il nuovo supermercato già per il prossimo Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA