Le più conosciute macchiette si raccontano per promuovere l'edizione 2023 del carnevale in città

Le più conosciute macchiette si raccontano: ecco l'edizione 2023 del carnevale in città. Uno dei travestimenti di Flavia Cenciarini
Le più conosciute macchiette si raccontano: ecco l'edizione 2023 del carnevale in città. Uno dei travestimenti di Flavia Cenciarini
di Filippo Ferretti
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Novembre 2022, 03:25

ASCOLI - Tutto è pronto per celebrare la storia del carnevale di Ascoli. Gli ultimi anni hanno purtroppo fatto contenere l’entusiasmo intorno alle tradizionali feste cittadine, ridimensionate, quando non addirittura annullate, a causa della pandemia. Per l’edizione 2023 del carnevale ascolano, non solo si cercherà di recuperare la migliore vivacità del passato ma anche dare vita a sorprendenti appuntamenti collaterali al concorso. La prima iniziativa annunciata è quella che vedrà ben 12 mattatori della festa in piazza essere al centro di incontri con il pubblico, durante i quali potranno rievocare le più belle e fortunate mascherate della loro vita, svelare i segreti dei loro travestimenti e improvvisare sketch dal vivo. Parliamo del cartellone di eventi denominato “Ce remaste lu Carnevale”, voluto dall’Arengo e dall’associazione Ada, che per sette pomeriggi vedranno sotto i riflettori i ricordi, le battute e la verve di impareggiabili macchiette della manifestazione carnascialesca del capoluogo piceno. 

Gli eventi si terranno a partire dalle ore 16.30 presso il centro ricreativo culturale Bruno Di Odoardo, ubicato in via Lazio (zona Pennile di Sotto. Si inizierà con un appuntamento introduttivo, fissato per venerdì, nel quale Erminia Tosti Luna cercherà di ripercorrere la storia del carnevale di Ascoli, avvalendosi delle nozioni estratte dal libro scritto anni fa da suo marito, Luca Luna. Poi, nell’ordine: il 2 dicembre sul palco ci saranno Flavia Cenciarini (in foto), Nico Stallone e Piero D’Ottavi; il 16 dicembre sarà la volta di Franco Laganà; il 13 gennaio sarà protagonista l’istrionismo di Zè Migliori; il 17 gennaio arriverà la carica esplosiva di Zè Vagni, Alberto Ercoli e Paolo Fratoni. Il programma proseguirà poi il 20 gennaio con la coppia di mattatori costituita da Carmelita Galiè e Pino di Teodoro, mentre a chiudere saranno Marco Olori e Stefano Traini nel pomeriggio del 27 gennaio.

Dal 16 al 21 febbraio

Prima della settimana canonica, che va da giovedì 16 febbraio alla data finale di martedì 21 febbraio, l’iniziativa prevede nella stessa sede l’organizzazione di un appuntamento mascherato con tutti i protagonisti degli incontri. Accadrà nel pomeriggio del 10 febbraio con un momento di chiusura che vedrà anche un banchetto con la cucina ascolana di carnevale. Dunque sarà la possibilità di introdurre al meglio la prossima edizione della kermesse omaggiando l’operato degli illustri mattatori del Carnevale cittadino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA