Triplicati nel giro di pochi giorni gli accessi al pronto soccorso, i positivi anche. E i disagi non mancano

Mercoledì 27 Ottobre 2021
Triplicati nel giro di pochi giorni gli accessi al pronto soccorso, i positivi anche. E i disagi non mancano

SENIGALLIA -  Raddoppiati e in alcuni giorni triplicati gli accessi al Pronto soccorso dove una delle dottoresse, arrivata dieci giorni fa per tamponare la carenza di personale, se ne andrà a breve. Ha comunicato le sue dimissioni perché andrà a fare la specializzazione. Era stata chiamata con un precario contratto Covid. La seconda, sempre con lo stesso contratto, è nel frattempo arrivata ma tra qualche giorno ci sarà quindi un altro medico in meno. 

 

 
Il 15 ottobre, a fronte di tre che se ne sono andati e di altri due che li avevano preceduti, l’Asur ha provveduto a tamponare l’emergenza con due contratti Covid mentre la direzione ospedaliera ha reperito il terzo tramite un ordine di servizio, spostando un medico dal reparto di Medicina. Adesso si cerca di nuovo un medico. Il reparto con il ritorno dei casi di Covid e i falsi allarmi che, in attesa dell’esito del tampone, vanno comunque gestiti come sospetti, ha passato delle giornate davvero concitate. Soprattutto in attesa di disporre il trasferimento dei tre positivi di Serra de’ Conti, arrivati nel giro di 24 ore al Pronto soccorso con l’ambulanza per delle crisi respiratorie. 


Il quarto è arrivato lunedì pomeriggio. Nell’ultima settimana le persone presenti in contemporanea all’interno del reparto, tra trattati e in attesa, sono passati da una media di 11 a oltre 20 con punte di 33, come lunedì. Dopo l’estate erano calati e dalla scorsa settimana c’è stata un’impennata con ripercussioni anche nei tempi di attesa per chi non è grave. Nel territorio del Distretto sanitario di Senigallia i positivi sono passati dai 33 del 7 ottobre agli 83 del 25 ottobre. Tra loro ci sono anche 11 studenti ma una sola classe in quarantena, alla primaria di Serra de’ Conti. I bambini della due classi della Cesanella a Senigallia sono rientrati a scuola tranne una che è risultata positiva. Erano infatti state messe in quarantena perché la maestra aveva preso il Covid. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento