Vendita record per una foto di Mario Giacomelli: 20mila euro da un museo del Medio Oriente

Mercoledì 18 Maggio 2022 di Bianca Vichi
Vendita record per una foto di Mario Giacomelli: 20mila euro da un museo del Medio Oriente

SENIGALLIA  - Vendita da record per una grande fotografia della serie dei “pretini” di Mario Giacomelli, stampata nel 1971 e battuta all’asta per 20mila euro. Lo scatto, autografato, è stato acquistato dal museo nazionale di un paese del Medio Oriente che ha chiesto il massimo riserbo. Oltre 50 lotti hanno fruttato 120mila euro. Presenti anche opere di altri artisti ma di queste una sola è stata venduta. 

 


Le offerte più alte sono arrivate per le tre versioni dei “pretini”, di cui quella da record e per le stampe di dimensioni eccezionali: Nudo di donna e Spoon River. Quest’ultima è stata acquistata da una collezionista francese, che la esporrà nella sua casa a Parigi. L’asta si è svolta alla Rotonda a mare sabato scorso, dove le fotografie di Giacomelli erano state allestite per consentire ad eventuali interessati di ammirarle. Provenivano tutte da collezioni private. Un evento iniziato con un’ora di ritardo per inconvenienti tecnici. 


C’è stato un problema informatico inaspettato nonostante i test di routine e la connessione andata a buon fine perché le descrizioni e le immagini non circolavano. La soluzione è stata trovata da una giovane tecnico di drouot.com. Testo e immagini avevano rallentato eccessivamente il flusso di dati. Era importante che l’asta fosse online per consentire agli interessati di partecipare da tutto il mondo. Alle 19,05 ha potuto avere inizio con la giovane Celeste Plantureux al martello, che ha subito animato la sala. Due lotti sono stati i più contesi, tra cui la stampa da record. 


Oltre al museo del Medio Oriente se la sono contesa due galleristi francesi, un collezionista austriaco e un privato della zona che poi ne ha presa un’altra della stessa serie. La base d’asta partiva da 10mila euro e si è fermata a 20mila. Un altro scatto è andato in America ma la metà delle opere vendute rimarrà nelle Marche, in eleganti residenze sulla costa Adriatica. In tutto i lotti erano 90. Ciò che non è stato venduto è tornato nella galleria Consgned.it in via Fratelli Bandiera di Serge Plantureux. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA