Pugno duro con i posteggiatori abusivi
doppia multa e sequestro dell’incasso

Venerdì 15 Marzo 2019
ANCONA - Lotta ai parcheggiatori abusivi. In due distinte operazioni, nell’ambito del controllo del territorio, polizia e carabinieri hanno sorpreso due posteggiatori abusivi intenti a dare indicazioni agli automobilisti su dove parcheggiare nella zona di piazza d’Armi e nel park dell’ospedale Inrca alla Montagnola. Indicazioni a cui seguiva la richiesta di un obolo, richiesta in alcuni casi asfissiante.

 

Un posteggiatore abusivo è stato pizzicato dai poliziotti mentre era intento a far sistemare le macchine nel parcheggio gratuito di piazza d’Armi, una zona sempre molto frequentata da chi si reca al Piano per fare acquisti. Ma l’attività del parcheggiatore, che alle 9 già aveva già fruttato una ventina di euro, è stata interrotta dai poliziotti. Il nigeriano di 41 anni è stato multato dagli agenti ed è stato sequestrato l’incasso dell’illecita attività. L’operazione è rientrata nell’ambito dell’attività straordinaria di controllo del territorio della Polizia, fortemente voluta dal questore Oreste Capocasa. Maxi controlli nell’arco di 72 ore con perlustrazioni anche a Sappanico, Montesicuro e Candia, con le pattuglie della Squadra Volante, delle Unità Cinofile, della Squadra nautica e del Reparto prevenzione crimine Umbria–Marche.

I carabinieri della Compagnia di Ancona hanno invece sorpreso un nigeriano intento a chiedere la fastidiosa “tassa” per il parcheggio al servizio della struttura ospedaliera dell’Inrca. Il cittadino adesso dovrà rispondere della contestazione amministrativa prevista dall’art. 7 comma 15 bis del codice della strada che prevede sanzioni pecuniarie che vanno da mille a 3.500 euro. I controlli dell’Arma continueranno anche nel quartiere del Piano e più specificatamente a piazza d’Armi. © RIPRODUZIONE RISERVATA