Quattro piazze addobbate per Natale ma la pista di ghiaccio fa già discutere

Domenica 7 Novembre 2021 di Fabrizio Romagnoli
Quattro piazze addobbate per Natale ma la pista di ghiaccio fa già discutere

JESI  - Trentamila euro e un apposito protocollo di intesa con la Fondazione Pergolesi Spontini per regalare volto e illuminazione speciali in occasione delle prossime festività natalizie a via Pergolesi e alle quattro piazze - Pergolesi, della Repubblica, Colocci e Federico II – al centro di lavori e innumerevoli discussioni e polemiche negli ultimi mesi. È l’indirizzo preso dall’amministrazione comunale, che sembrerebbe decisa quest’anno ad un cambio di passo rispetto ai “toni bassi” dei precedenti quanto a programmazione per le Feste.
 
Ma è un’altra idea accarezzata da Piazza Indipendenza a far discutere: l’ipotesi di una pista di pattinaggio su ghiaccio in Piazza della Repubblica. Magari intorno alla fontana con obelisco che, ritornata davanti al Pergolesi secondo le volontà e le risorse lasciate a tale scopo da Cassio Morosetti, continua a dividere la città. Per realizzare la pista, l’amministrazione starebbe cercando sponsor e sostegni. Ma già la sola idea solleva le critiche di Legambiente, che in tempi di attenzione per sostenibilità energetica e cambiamenti climatici, punta il dito contro consumi e problematiche ambientali dell’operazione. 


«In un momento in cui ogni Paese si sta impegnando per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica al fine di ridurre la febbre del pianeta, vedi COP26 a Glasgow nella quale si è ribadita la necessità di adottare subito misure radicali per evitare una catastrofe, l’idea di una pista di ghiaccio – rileva il circolo Legambiente “Azzaruolo” di Jesi - ci pare del tutto incoerente di fronte a queste espresse volontà». Analizza l’associazione ambientalista: «Una pista di pattinaggio all’aperto di medie dimensioni - 200 metri quadrati - consuma durante il periodo invernale qualcosa come 19 mila litri d’acqua, immette nell’atmosfera 5,5 tonnellate di CO2 e ha un consumo di energia equivalente a quello di più di 600 abitazioni».

Di conseguenza, è la conclusione della presidente del circolo, Francesca Paolini: «La pista di ghiaccio pensata per piazza della Repubblica sarà probabilmente più piccola e aperta per un periodo più breve ma comunque l’emissione di CO2 non è sostenibile da un punto di vista ambientale e etico, nel momento in cui chiediamo anche ai paesi poveri, che pagheranno in misura maggiore l’effetto dei cambiamenti climatici, di fare la loro parte nella riduzione dei gas climalteranti. Continuare come nel passato, dà ragione ai giovani che invitano i governanti ad agire. Per questo invito l’Amministrazione comunale a ripensare la questione, compiendo una scelta coraggiosa che ci avvicini verso un futuro più sostenibile».


Di certo c’è per ora il compito affidato alla Fondazione Pergolesi Spontini per il «coordinamento e la realizzazione degli allestimenti e delle scenografie luminose nel centro storico in occasione delle festività di Natale 2021. La Fondazione assume il ruolo di partner tecnico e operativo col compito di provvedere alla fornitura e sovraintendere all’allestimento delle scenografie luminose e degli addobbi natalizi che interesseranno Piazza Pergolesi, Piazza della Repubblica, Via Pergolesi, Piazza Colocci e Piazza Federico II». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA