Falconara, sfondati muri e divisori
Ladri distruttori nel magazzino di vini

Uno dei varchi aperti a colpi di mazza dai ladri

FALCONARA - Magazzino ed uffici a soqquadro, calcinacci ovunque, diverse migliaia di euro di danni ma un bottino assai scarno rispetto al trambusto creato. Nella scorsa notte i ladri si sono introdotti nell'azienda Cied di Simone Cionna, situata sul lato ferrovia dello stabile del Centro Kara, in via del Consorzio. La ditta si occupa di rifornimento bevande principalmente per mense, ospedali ed enoteche. I ladri dapprima si sono introdotti in un capannone adiacente, sfitto da anni, forzandone il portone.
Qui hanno potuto agire indisturbati: a colpi di mazza hanno creato una breccia nella parete comune dei due capannoni e si sono infiltrati nel magazzino della Cied. Così facendo hanno evitato l'allarme collegato agli infissi tramite sensori. Una volta dentro, praticando altri tre grossi fori nei muri, sono penetrati all'interno dei locali adibiti ad ufficio dove hanno distrutto la centralina del sistema dall'allarme. Hanno rovistato e setacciato a fondo, trovando solo il registratore di cassa, quasi vuoto. Con ogni probabilità erano in cerca di una cassaforte ancorché inesistente. L'intero colpo è stato registrato dalle telecamere di sorveglianza (esterne ed interne) e le immagini sono ora al vaglio dei carabinieri di Falconara. 

Ultimo aggiornamento: 21 Marzo, 19:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA