Impaurito per i botti fugge da casa, cane di 18 anni ritrovato nella pineta da un'agente della polizia locale

Il ritrovamento del cane nella pineta
Il ritrovamento del cane nella pineta
1 Minuto di Lettura
Venerdì 4 Dicembre 2020, 17:03 - Ultimo aggiornamento: 17:05

CORINALDO - Una storia che ha fatto parlare parecchio in paese. Questa mattina, intorno alle ore 10.30, l’agente della Polizia Locale Simona Giuliani, dopo una segnalazione di Mario Mencaroni, ha ritrovato, nella pineta di Madonna del Piano nella zona verso il fiume un cane fuggito la notte scorsa da casa, forse a causa dei botti di Santa Barbara. Un cane di diciotto anni che probabilmente ha perso il senso dell’orientamento. «L'ho ritrovato accasciato, infreddolito, non camminava più - racconta l’agente Giuliani - grazie al lettore microchip che abbiamo in dotazione sono riuscita a ritrovare il proprietario e, dopo averlo chiamato ho telefonato anche al dottor Venturi dell’Asur immediatamente intervenuto con una diagnosi sull’animale».

«Ringrazio il concittadino Mario Mencaroni che ha prontamente segnalato la presenza del cane e Simona Giuliani che lo ha salvato», la gratitudine del sindaco Matteo Principi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA