Urla misteriose nel parco: le ricerche dello scomparso sospese dopo 48 ore senza risultati

Martedì 29 Giugno 2021
Ancona, urla misteriose nel parco: le ricerche dello scomparso sospese dopo 48 ore senza risultati

ANCONA - Dopo quasi 48 ore, ieri pomeriggio sono state definitivamente sospese le ricerche della presunta persona scomparsa sul monte Conero. L’imponente attività di indagine portata avanti dalla task force coordinata dalla Prefettura, infatti, non ha prodotto alcun riscontro.

Vaccini, mancano all'appello gli under 40. Prenotazioni per la prima dose solo per altri 10 giorni. Che cosa preoccupa la Regione

 

Non sono arrivate denunce di scomparsa, né sono state rinvenute tracce nella zona del Passo del Lupo, dove domenica mattina, attorno alle 6,30, un gruppo di escursionisti ha dato l’allarme dopo aver udito delle grida d’aiuto di un uomo che sono state avvertire anche dalla spiaggia delle Due Sorelle e da alcune persone a bordo di un’imbarcazione vicino alla costa. Raccolta la richiesta dalla centrale operativa, è stata allertata la squadra di Soccorso Alpino e Speleologico della provincia di Ancona che, insieme ad una squadra dei vigili del fuoco, hanno iniziato le ricerche del disperso. A coordinare le operazioni, anche il comando locale dei carabinieri che ha portato avanti le indagini per risalire alla richiesta di aiuto. Presenti anche due elicotteri (Icaro 02 e Drago proveniente da Pescara) per dare un contributo all’individuazione del disperso dall’alto. Domenica pomeriggio sono giunte sul monte Conero, a supporto delle operazioni, altre squadre del Soccorso Alpino e Speleologico della provincia di Macerata con l’ausilio di un drone e il gruppo cinofili dei vigili del fuoco, oltre ai gruppi volontari della protezione civile di Ostra Vetere e Camerano che hanno fornito assistenza con mezzi fuori strada per gli spostamenti delle squadre e il gruppo fluviale dei vigili del fuoco che ha recuperato le squadre alla base delle pareti rocciose che scendono fino al mare. Nella notte i vigili del fuoco hanno operato anche con droni dotati di termoscanner, ma non hanno rilevato nessuna presenza umana. Ieri le ricerche sono riprese, senza esito: attorno alle 18 sono state definitivamente sospese. «Non è stato trovato alcun elemento né sono pervenute denunce di scomparsa - informa il sindaco di Sirolo, Filippo Moschella -. Un falso allarme? Non possiamo saperlo. Era doveroso perlustrare la zona con tutte le forze a disposizione, anche se al momento non abbiamo indicazioni particolari». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA