Sos caldo, sabato il picco di 35 gradi, scatta il bollino rosso. Consegne a domicilio di alimenti, farmaci e condizionatori

Mercoledì 8 Luglio 2020 di Claudio Comirato
Sos caldo, sabato il picco dei 35 gradi, scatta il bollino rosso. Consegne a domicilio di supermercati e farmaci
ANCONA - Le previsioni parlano chiaro: quello in arrivo sarà un fine settimana da bollino rosso, con la colonnina del termometro che sabato potrebbe raggiungere i 35 gradi. Ma per l’umidità la temperatura percepita potrebbe essere di qualche grado superiore. Temperature che inizieranno a salire domani, con il picco previsto per sabato e poi da domenica si tornerà a respirare. Ondata di calore, quella in arrivo, che sta già creando allarme anche per il fatto che un anticipo di aria rovente si è avuto lunedì con una serie di malori e il pronto soccorso di Torrette e la postazione di primo intervento all’Inrca che hanno fatto registrare afflussi da record. 




LEGGI ANCHE: Michelle Hunziker e il fidanzato di Aurora Ramazzotti: «Goffredo Cerza un ragazzo meraviglioso, l’ho conosciuto durante il lockdown»

GUARDA LE PREVISIONI METEO DELLA TUA CITTA'
 
Le criticità 
Per fare il punto della situazione, ma sopratutto per spiegare i servizi offerti alla cittadinanza scende in campo l’assessore ai Servizi Sociali Emma Capogrossi. «Gli anziani - ribadisce subito - sono la categoria più a rischio per quello che riguarda le ondate di calore, ma anche i soggetti giovani, i cardiopatici e tutti coloro che hanno problemi di respirazione». Definito il campo d’azione, l’assessore passa a elencare i servizi anti-calura. «Presso la struttura comunale del Benicasa è attiva la centrale operativa del pronto intervento sociale per ricere tutte le informazioni possibili, ma sopratutto per aiutare i più disagiati a risolvere i problemi pratici». E spiega come. «I nostri operatori saranno in grado di indicare, in base alla residenza di coloro che chiamano, quali sono i supermercati e le farmacie che fanno le consegne a domicilio». La Capogrossi non trascura le sfumature: «La nostra centrale operativa è in stretto contatto con le tante associazioni di volontariato che operano sul territorio di Ancona». E ricorda: «Come Comune abbiamo riattivato a pieno regime l’assistenza domiciliare con il personale che opera come sentinelle sul territorio, pronte a intercettare criticità o richieste di aiuto da parte degli anziani, ma anche delle persone sole».
Un sostegno, quello offerto dal Comune, che si tocca con mano: «Presso i nostri uffici del Viale della Vittoria - prosegue l’assessore - sono disponibili otto condizionatori portatili che verranno consegnati a tutte quelle persone che ne faranno richiesta. Il numero non è elevato, ma gli anni passati questi macchinari sono risultati sufficienti». Seguono le istruzioni per l’uso: «Per avere in comodato d’uso questi macchinari a titolo gratuito occorre presentare dei documenti presso i nostri uffici al Viale della Vittoria: serve l’appuntamento telefonico». 


Le conseguenze del virus
Una certezza su tutte. Con il diffondersi del Covid 19 e le misure adottate per contrastare la pandemia è cambiata anche l’assistenza ai soggetti fragili che nel periodo estivo si trovano a fare i conti con le ondate di calore. «Fino allo scorso anno - continua la Capogrossi - avevamo a disposizione una rete di circoli che ci dava una mano per quello che riguarda il problema legato agli anziani. Molte di queste persone passavano interi pomeriggi in quei luoghi in compagnia di altre persone, locali dotati di aria condizionata. Con la situazione che si è venuta a creare con il Covid 19 molti sono rimasti chiusi e chi ha riaperto garantisce il distanziamento sociale e preferisce non accendere i condizionatori. Noi, come Comune di Ancona, abbiamo cercato di potenziare i servizi di assistenza alla persona, ma resta il fatto che la mancanza dei circoli in genere si farà sentire».


I consigli 
Le ultime raccomandazioni dell’assessore riguardano lo stile di vita, sopratutto degli anziani. «Con l’ondata di calore in arrivo è fondamentale idratarsi, avere una giusta alimentazione, evitare di uscire nelle ore più calde della giornata e sopratutto seguire una eventuale terapia farmacologica. Le persone anziane tendono a non avere il senso della sete e questo è un aspetto che non deve essere sottovalutato. Per qualsiasi bisogno invito tutti a contattare la nostra centrale operativa e ad affidarsi agli operatori che si prenderanno cura di ogni singolo caso». Due i numeri di telefono a disposizione: 071/54488 centrale operativa del Benincasa, mentre per la consegna dei condizionatori si può telefonare allo 071/2222177.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA