Ladro nascosto nel sottoscala della chiesa, il prete coraggio lo affronta con un bastone

Domenica 29 Maggio 2022 di Claudio Comirato
Ladro nascosto nel sottoscala della chiesa, il prete coraggio lo affronta con un bastone

ANCONA - Per evitare il ripetersi di quei piccoli furti in chiesa, il parroco, padre Pasquale Filipponi ha intensificato i controlli soprattutto nelle ore notturne quando i malviventi si nascondano per poi svuotare le cassette delle offerte. L’altra sera ha chiuso a chiave una porta in legno che introduce a un piccolo sottoscala dove si trovano i contatori dell’acqua e della luce.

 

E proprio un questo locale, lungo poco più di un metro e largo una settantina di centimetri, che si era nascosto un uomo di 45 anni, un volto noto tra i tanti mendicanti che frequentano la chiesa del Sacro Cuore. Un nascondiglio che questa persona conosceva alla perfezione, ma che mai si sarebbe immaginato che sarebbe divenuta la sua prigione. 
Armato di un cacciavite l’uomo, che spesso frequenta anche la chiesa di San Domenico, nel centro di Ancona, ha provato a forzare la porta di questo sgabuzzino per guadagnare la libertà, ma il poco spazio a disposizione gli ha impedito qualsiasi movimento. A questo punto in preda alla disperazione, nel buio, ha iniziato a prendere a calci la porta. Rumori che non sono sfuggiti al parroco che, dopo giorni di appostamenti, ha capito dove si nascondeva il ladruncolo che nelle ore notturne ripuliva le cassette delle offerte facendosi chiudere in chiesa al termine delle funzioni religiose. Armato di un bastone, padre Pasquale invece di allertare le forze dell’ordine ha affrontato il ladruncolo rimasto in trappola. Alla vista del prelato l’uomo ha raccontato che si era nascosto per passare la notte, non avendo un posto dove dormire. Una scusa qualsiasi anche per il fatto che in questo sottoscala a malapena una persona riesce a stare in piedi. 
Il parroco nei giorni scorsi aveva invitato i fedeli «a prestare la massima attenzione nel fare le offerte a chi ogni giorno si piazza all’esterno della chiesa ben sapendo l’orario delle messe e delle funzioni in genere. Accattoni che spesso e volentieri provengono da altri comuni e che non esitano a chiedere soldi anche in maniera piuttosto ossessiva fino ad arrivare a forzare le cassette delle offerte anche durante la messa nonostante la presenza dei fedeli in chiesa» .

Ultimo aggiornamento: 15:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA