Evasione, il sabato sera per un uomo di 57 anni si conclude in manette

Evasione, il sabato sera per un uomo di 57 anni si conclude in manette
Evasione, il sabato sera per un uomo di 57 anni si conclude in manette
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Luglio 2022, 09:39

ANCONA - I Carabinieri della Compagnia di Ancona, nella tarda serata di ieri, nella zona del Porto, hanno tratto in arresto un 57enne italiano, ritenuto responsabile del reato di evasione. Si tratta del quarto arresto operato dagli uomini dell’Arma negli ultimi giorni, dopo i tre operati nella flagranza dei reati di rapina e tentativo di furto.

L'attività odierna si inserisce nell'ambito dei servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Legione Carabinieri Marche e che, in tutta la regione, hanno portato all'identificazione di oltre 1000 persone, a 13 denunce in stato di libertà, alla segnalazione all'autorità amministrativa di 11 soggetti trovati in possesso di sostanze stupefacenti, al sanzionamento di oltre 50 automobilisti indisciplinati, nonché al controllo di oltre 200 attività commerciali.


I militari del NORM della Compagnia Carabinieri di Ancona, nella tarda serata di sabato, erano impegnati nel monitoraggio delle aree della movida del capoluogo, in particolare Piazza del Papa, l'area portuale, Corso Mazzini, Corso Garibaldi, Piazza Roma, quando si sono imbattuti in un "volto noto".


Hanno infatti notato, nella folla, un soggetto particolarmente somigliante ad un uomo sottoposto alla misura della detenzione domiciliare e, pertanto, hanno deciso di controllarlo. I sospetti si sono subito tradotti in realtà: il soggetto in questione era proprio lui, un 57enne del capoluogo, detenuto domiciliare.
Non è stato in grado di spiegare ai militari il perché si trovasse in giro, dalla parte opposta della città, senza alcun titolo autorizzativo.

Egli è stato dunque accompagnato presso la caserma di via della Montagnola ove, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in stato di arresto. Il 57enne è stato dunque risottoposto alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA