Ragazza bloccata al terminal biglietterie del porto di Ancona: aveva la febbre. Stop all'imbarco sul traghetto per la Grecia

Domenica 9 Agosto 2020

ANCONA - Suoera la prova la macchina dei controlli scrupolosi organizzati dell'Autorità di sistema portuale nel porto di Ancona per la prevenzione della diffusione del coronavirus. Grazie ai controlli è stata individuata questa mattina una persona con una temperatura superiore ai 37,5 gradi. Una ragazza, proveniente da Torino, è risultata avere al controllo, effettuato da un operatore all'ingresso del terminal biglietterie con un termometro laser, una temperatura di 37,8.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, nelle Marche di nuovo in aumento i positivi: sono 16, niente morti. Nessuna provincia è Covid-free

LEGGI ANCHE: «Volevano diffondere il Covid», sgomberato dalla polizia maxi-raduno in spiaggia

La giovane, che doveva imbarcarsi su un traghetto per la Grecia, è stata temporaneamente ricoverata in una delle due sale appositamente allestite nello scalo per la verifica dei casi sanitari che presentano sintomi collegabili al Covid-19. Dopo un nuovo controllo della temperatura, che ha confermato il dato precedente, è stato allertato, come prevede il protocollo, il 118 che ha accompagnato la giovane all'Ospedale regionale di Ancona per la necessaria verifica del tampone per il Covid-19.

Ultimo aggiornamento: 19:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA