Sefro-Fermo, Apecchio-Carpegna e poi la chiusura a San Benedetto: svelate le tappe marchigiane della Tirreno-Adriatico

Giovedì 20 Gennaio 2022
Lo sloveno Tadej Pogacar Tadej e l'olandese Mathieu Van der Poel lo scorso anno durante la tappa Castellalto-Castelfidardo della Tirreno Adriatico

ANCONA - Tre tappe e mezzo su sette tutte marchigiane con l’epilogo come sempre a San Benedetto del Tronto, ma non più con la tradizionale cronometro individuale. Presentata questa mattina, alla sede della Regione Marche di Ancona, la presentazione nazionale in video conferenza della Tirreno-Adriatico 2022. Insieme agli organizzatori e con collegamenti dei sindaci delle città di tappa della Corsa dei due Mari, sono intervenuti il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli e l’assessore regionale allo Sport Giorgia Latini. La Corsa dei Due Mari entrerà nella nostra regione il 10 marzo con la quarta tappa dalla Cascata delle Marmore a Bellante con un passaggio ad Ascoli Piceno per una lunghezza di 202 chilometri. L’11 marzo seguirà la tappa Sefro-Fermo di 155 chilometri, mentre il giorno dopo si correrà la tappa Apecchio-Carpegna di 213 chilometri. Chiusura il 13 marzo con tappa di San Benedetto di 159 chilometri.

La Tirreno-Adriatico inizierà lunedì 7 marzo con la prima tappa a Lido di Camaiore: una corsa World Tour che vedrà al via molti dei più forti esponenti mondiali del ciclismo, prevede poi martedì 8 marzo la seconda tappa da Camaiore a Sovicille di 219 chilometri, comune in provincia di Siena. La terza è in programma il 9 marzo da Murlo a Terni ed è di 170 chilometri. In totale verranno corsi 1.132 chilometri.

Ultimo aggiornamento: 16:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA