L'anconetano De Mola trionfa in Sicilia ed è ancora tricolore di pesca in apnea

L'anconetano De Mola trionfa in Sicilia ed è ancora tricolore di pesca in apnea
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Giugno 2022, 20:08

ANCONA - L’anconetano Giacomo De Mola, portacolori del Kòmaros Sub Ancona, ha conquistato per il secondo anno il titolo italiano di pesca in apnea. Questo fine settimana si sono svolti sui fondali in provincia di Trapani i Campionati Italiani. La manifestazione organizzata dalla Libertas Sea Club Palermo si è svolta su un campo di gara che si estendeva per una ventina di miglia tra la località di Bonagia e San Vito Lo Capo. La gara, che si svolge in apnea, ha avuto una durata di due giornate, durante le quali ogni atleta è stata seguito dal proprio gommone condotto da un assistente di fiducia. Uno solo il marchigiano in gara, Giacomo De Mola,  campione italiano e campione del mondo in carica, il più titolato atleta marchigiano di sempre, con assistente Mirco Ominetti.

La competizione è stata difficile con campi di gara vasti e fondali profondissimi, inoltre mentre nei primi metri le acque erano limpide e calde più in profondità l’acqua era gelida e torbida. La prima giornata di gara, svolta sul campo di gara di San Vito Lo Capo ha visto al comando due atleti siciliani Alfonso Cubiciotto e Giuseppe Gentilino, con De Mola terzo. La seconda giornata si è svolta sul campo di gara al largo di Bonagia, con fondali che da 10 metri sprofondano fino a 50. De Mola ha iniziato  all’attacco andando a catturare una cernia bianca di 12 kgi che risulterà la preda più grande del campionato e nelle ore successive ha continuato a pescare profondissimo tra i 42 ed i 47 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA