Ascoli, ecco l'affondo per avere Asencio

Ascoli, ecco l'affondo per avere Asencio
Ascoli, ecco l'affondo per avere Asencio
di Anna Rita Martini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Gennaio 2023, 04:30

ASCOLI Cercasi attaccante. L’Ascoli ha lanciato l’ affondo per avere il centravanti del Cittadella Raul Asencio, spagnolo di 24 anni. Il club bianconero ha fatto la sua offerta, un contratto triennale a cifre elevate, adesso dal Veneto devono dare una risposta. Se anche questa possibilità non dovesse realizzarsi la squadra probabilmente resterebbe così com’è. Il calciomercato bianconero non sta decollando sia in uscita che in entrata. 


Le manovre

Vediamo infatti che Marcel Buchel viene messo in uscita e l’ unica proposta che si stava concretizzando era quella della Spal, anche se c’era stato un sondaggio da parte del Cagliari. Quando ormai la trattativa era in dirittura d’arrivo, con Federico Proia che sarebbe passato all’Ascoli, ecco il brusco stop anche da parte del club estense. A questo punto sono davvero poche le possibilità di una riapertura. E allora la logica dice che Buchel dovrebbe essere reintegrato. Sabato non è stato convocato per la sfida con la Ternana e ora andrebbe recuperato dal punto di vista del morale, perché alla squadra serve un giocatore con le sue caratteristiche. Ricordiamo che il centrocampista austriaco aveva chiesto di essere ceduto perché non sentiva la fiducia dello staff tecnico. Insomma è passato dall’essere il bel giocatore della passata stagione a panchinaro stipendiato fino al 2024, un passo breve ma che non ha giovato alla squadra. Nel mezzo un infortunio superato da tempo, con un Ascoli che si ritrova a giocare senza regista. 

Il lavoro

In questi giorni si trova in città Antonio Vacca, giocatore bravo tecnicamente, ma non giocando da maggio non è pronto per scendere in campo prima di qualche settimana. Vacca sta lavorando in piscina e per conto suo al Picchio Village. E intanto i bianconeri rischiano di scendere in campo a Ferrara proprio contro la Spal con i centrocampisti praticamente contati visto anche l’infortunio di Fabrizio Caligara, qualora non dovesse recuperare. La cosa che emerge è che si è arrivati oltre la metà di gennaio e quello che doveva essere un calciomercato rapido, visto le esigenze della squadra, sta andando avanti al rilento. Per quanto riguarda il centrocampo va sopperita la prolungata assenza di Eddy Gnahoré per infortunio ai legamenti del ginocchio. Il rinforzo doveva essere Proia, ma con lo stop del passaggio di Buchel alla Spal di conseguenza Proia resta dov’è, a meno che il tutto non si sblocchi. Per quanto riguarda l’attacco, come detto, l’Ascoli ha dato una forte sterzata verso Raul Asencio, centravanti della Cittadella. La proposta è stata allettante. Asencio ha fisicità, è bravo tecnicamente anche nel giocare per la squadra, ma non è un giocatore con il grande fiuto per il gol, non è uno da doppia cifra. Resta il fatto che forse rimane proprio lo spagnolo l’unica possibilità per poter vedere in bianconero un nuovo attaccante. Ricordiamo che in estate sono arrivati Cedric Gondo e Pedro Mendes, mentre Atanas Iliev, nazionale bulgaro, è fuori squadra e sul mercato dall’estate scorsa. Restando in attacco, stessa situazione del regista Buchel la sta vivendo Soufiane Bidaoui, anche lui in uscita. C’era una trattativa con il Modena che sembra si sia arenata sul nascere. Anche Bidaoui alla fine potrebbe restare e anche lui andrebbe recuperato. Insomma tante situazioni che vanno riviste per non sfaldare del tutto la bella squadra della passata stagione allenata da Andrea Sottil. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA