Siviglia-Roma, pagelle: Pau Lopez da 3, Peres-Spinazzola le due ali spezzate

Giovedì 6 Agosto 2020 di Alessandro Angeloni
Siviglia-Roma, pagelle

ROMA

PAU LOPEZ 3
La sensazione, certe volte, è quella di non avere un portiere. Trafitto da un tiro non irresistibile, appare goffo sul resto: sbaglia con i piedi, incerto nelle uscite. Un disastro, anche se nel finale evita il 3-0. I numeri: 55 i gol subiti in 42 gare, per una media di 1,30 a gara, appena 9 le partite senza gol.

MANCINI 5
Un buon inizio, un discreto anticipo, poi crolla con tutti gli altri. Da quel lato si balla quasi da subito. Ma è il meno peggio. Il rosso che prende nel finale, è esagerato. Ma evitabile.

IBANEZ 4
Bruciato da Reguilón sullo scatto, poi stecca fin troppo ingenuamente la scivolata su Ocampos. E la Roma è sotto di due gol. Sul ragazzo, che è molto giovane, ci si deve lavorare e va aspettato, ma occhio - nel frattempo - a considerarlo già il nuovo Aldair, gli si fa solo del male. Va meglio nella ripresa, meno “scivoloso”.

KOLAROV 4,5
In difficoltà nell’accorciare e/o raddoppiare sull’esterno, Spinazzola non gli dà una grossa mano. Con Suso o con Ocampos, sono comunque guai. Fonseca poi torna a 4 in difesa e fa a meno di lui. 

PERES 4,5
Timido, poco incisivo. Gli tocca rincorrere e non è proprio il massimo per uno come lui, all’esordio in Europa con la Roma. Si sveglia un po’ nella ripresa, quando ormai è tardi. 

DIAWARA 5
Va petto a petto con Banega, il fisico regge, ma l’argentino è di qualità superiore. Sparisce presto. 

CRISTANTE 5
Prova ad alzare il pressing, ma l’intento è vano. La Roma nei primi quarantacinque minuti non riesce mai ad alzarsi e subisce un uno-due letale. Sfiora il gol nella ripresa. Si dà da fare, pur sbagliando una marea di palloni. 

SPINAZZOLA 5
Vale per lui il discorso fatto per Peres: sta troppo sulle sue, senza personalità, né coraggio. Quelle poche volte che si va a infilare in area avversaria, sfruttando l’uno contro uno, la Roma crea un pericolo. 

ZANIOLO 5
E’ suo l’unico tiro - deviato - verso la porta del primo tempo. Fa solo quello. Fatica, strappa pochissimo. Già vederlo in campo è cosa rassicurante per il futuro. 

MKHITARYAN 5
Completamente fuori partita, dai primi minuti, fatica a trovare una posizione corretta. Esperienza e classe buttate dalla finestra in un attimo. Attimi di lui nel secondo tempo. Troppo poco.

DZEKO 5 
Avulso dal gioco, non incide, troppo isolato là davanti. Tocca pochissimi palloni. Mai pericoloso, “concede” praticamente il primo tempo agli avversari. Leggermente meglio nella seconda frazione. Il meglio di sè lo dà nella sala interviste, prendendosela con tutti. Compreso se stesso. 

PELLEGRINI 5,5
Ravviva il gioco, con un paio di palle interessanti dentro l’area. Fonseca lo avrebbe voluto sano e dall’inizio. Nervoso, nel finale si becca un giallo. 

CARLES PEREZ 5,5 
Qualche guizzo inutile. 

VILLAR NG

FONSECA 5
Per come era finito il campionato, ci si aspettava di più. La difesa a tre non funziona contro le ali dinamiche del Siviglia, si ravvede - tornando al suo vecchio amore, il 4-2-3-1 - quando ormai è tutto compromesso. Il Siviglia ha giocato molto meglio e ha meritato nettamente i quarti di finale. 

LEGGI ANCHE --> Siviglia-Roma 2-0: dominio spagnolo, i giallorossi fuori dall'Europa League
 

 

SIVIGLIA

BONO 6,5
Praticamente si riposa. Distanziamento sociale dagli attaccanti della Roma. 

NAVAS 6,5
Fa come vuole, a tutta fascia. Un motorino.

KOUNDÉ 7
Possente. Sempre attento. Concede pochissimo e sfiora il gol in un paio di occasioni. Fisico, tosto.

CARLOS 6,5 
Si ingoia Dzeko e chi passa di lì, con l’aiuto del compare Koundè.

REGUILON 7
Il gol è una bellezza: scatto fulminante e sinistro preciso. Poi, ringraziamenti doverosi al portiere della Roma.

JORDAN 6,5
Regge bene e riparte.

FERNANDO 6
Un’ottima diga. 

BANEGA 7,5
Colpi di classe e un assist vincente. Mille di quelle nottate in discoteca, se questo è il rendimento.

SUSO 6
Guizza, si fa rincorrere, ma vai a stringere, combina davvero poco. 

EN-NESYRI 7
Segue bene l’azione ad alta velocità di Ocampos e si merita il gol che, in pratica, chiude il match.

OCAMPOS 7,5
A sinistra o a destra, non lo prendi mai. Chiedere a Peres o Spinazzola, o Mancini o Kolarov. A chiunque, insomma. 

MUNIR 6,5
Si adatta subito e non concede nulla al suo avversario Bruno Perese, anzi.

VASQUEZ NG

DE JONG NG

LOPETEGUI 8
Partita perfetta. Senza storia. Dominata dal primo all’ultimo minuto, meritando i quarti di finale.
 

Ultimo aggiornamento: 21:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA