Presentato a Tolentino “Once", la nuova produzione della Compagnia della Rancia è un meraviglioso inno alla vita, all’amore, alla musica

I due protagonisti principali del musical FOTO GIULIA MARANGON/UFFICIO STAMPA
I due protagonisti principali del musical FOTO GIULIA MARANGON/UFFICIO STAMPA
di Carla Passacantando
3 Minuti di Lettura
Martedì 3 Maggio 2022, 11:07

TOLENTINO - Presentata con una esibizione dei protagonisti nel piazzale del Teatro Vaccaj a Tolentino la nuova produzione della Compagnia della Rancia. Dal 6 all’8 maggio il Vaccaj ospiterà le anteprime nazionali di “Una volta nella vita (Once)”. Il nuovo spettacolo, un meraviglioso inno alla vita, all’amore, alla musica, chiuderà la stagione 2022.

 


In scena ci saranno undici artisti, due dei quali si sono già esibiti al Vaccaj, che suoneranno una moltitudine di strumenti, venti, oltre a cantare, recitare e danzare. E così l’elemento che rende unico il nuovo spettacolo e che costituisce anche la sua sfida più grande è far suonare l’intera partitura dei brani per mano degli stessi artisti diversi dei quali si esibiranno con più strumenti musicali. “Una volta nella vita”, tratto dall’omonimo film irlandese del 2006 scritto e diretto da John Carney, è molto più di una storia d’amore tra un ragazzo e una ragazza, è il racconto di vite vissute in un vortice continuo, tra sogni, speranze e vita reale, è un’emozionante storia di coraggio e perseveranza attraverso il linguaggio universale della musica.

Lo spettacolo racconta la storia di un musicista di strada di Dublino, sul punto di rinunciare ai propri sogni, e di una giovane donna colpita dalla sue struggenti canzoni d’amore. La storia di un ragazzo che ha rinunciato all’amore e alla musica e della ragazza che lo ha ispirato per sognare di nuovo è un vero e proprio inno alla vita, all’amore, alla musica. Per il regista Mauro Simone è un racconto indimenticabile sull’inseguire i propri sogni, sul rifiuto di vivere nella paura e sul potere che la musica ha di connetterci tutti. «È - ha detto in conferenza stampa - uno spettacolo dolorosamente bello e gioiosamente edificante, sull’amore incondizionato che non si aspetta nulla in cambio. Tolentino è casa, la Compagnia della Rancia è famiglia, Saverio Marconi è un papà che ha avuto il coraggio di prendermi a 18 anni per recitare in un suo musical». 


Per il direttore Saverio Marconi «è importante far andare avanti una istituzione, quale è la Compagnia della Rancia, con giovani capaci e il mio compito è essere a disposizione del teatro e della compagnia». Il ragazzo è interpretato da Luca Gaudiano, vincitore nel 2021 delle nuove proposte del Festival di Sanremo con “Polvere di stelle”. L’attrice, cantautrice, danzatrice Jessica Lorusso è la ragazza, un personaggio fortemente positivo, una giovane donna tenace, profonda leale e amorevole. In conferenza stampa erano presenti il sindaco Giuseppe Pezzanesi, il vice Silvia Luconi, Rolando Arcolai dell’Amat.

© RIPRODUZIONE RISERVATA