Francesca Maria con “So What” torna a far ballare, il video girato a Pistoia

Martedì 19 Gennaio 2021 di Sabrina Marinelli
La cantante, ballerina e coreografa senigalliese Francesca Maria Gambelli

SENIGALLIA - Francesca Maria torna a far ballare con il suo nuovo brano “So What” prodotto dalla Sony Music. Il video ufficiale, che si conferma l’ennesimo successo, è uscito giovedì. L’ha girato la scorsa estate in provincia di Pistoia. E’ diretto da Marco Stobbia e Andrea Meoni, uno dei quali conosciuto nella sua lunga parentesi newyorkese. Ieri è uscito anche il video con la coreografia ufficiale per il suo pubblico di Zumba. Francesca Maria è italianissima. Il cognome è Gambelli, le sue origini partono da Marzocca di Senigallia, ma si è formata artisticamente a New York dove ha vissuto metà della vita.


Ha iniziato la carriera come ballerina professionista e coreografa lavorando con numerosi artisti tra cui Jay Z, Mariah Carey, Whitney Huston, Ricky Martin, George Michael, Katy Perry e molto altri. La sua musica è diventata popolare in 185 paesi nell’ambito dello Zumba. Francesca Maria fa ballare milioni di persone e il suo tour ha toccato 28 paesi. Il Wall Street Journal le ha dedicato un articolo in prima pagina e la Sony Music, con cui ha firmato un contratto, non se l’è fatta scappare. «La mia musica riflette il mio vissuto in tutto - racconta -. È il camminare di un’artista europea piena di sogni per le strade di New York, assorbendo giorno per giorno l’urban flow e i colori delle sue mille nazionalità. New York mi ha insegnato la resilienza, perseveranza e l’importanza di dire ciò che si pensa. L’essere “out the box”. I miei pezzi fanno ballare e i miei testi fanno pensare perché il ballo e l’ispirazione fanno bene all’anima».


Il nuovo brano “So what”, scritto da lei e prodotto da Drooid, è uscito il 15 gennaio, distribuito da Sony Music Italy per il mondo e pubblicato da PP Productions di Andrea Pellizzari. «So What l’ho scritto per scrollarmi di dosso il peso di una società che mi dice di essere me stessa ma seguendo i suoi canoni – aggiunge -. La gente sta perdendo la propria individualità e la consapevolezza del proprio valore. Basta con il copia e incolla, chi ha detto che il limite è il cielo? Sii te stesso perché sei qualcuno: you are somebody». Un testo quindi ricco di significato che contiene una riflessione e un invito ad essere se stessi in una società dove tutto ormai è standardizzato. Una canzone non solo da ascoltare e ballare. 


Una canzone per imparare a credere in sé, che vuole trasmettere un messaggio positivo per uscire dagli stereotipi e rompere gli schemi. Un po’ come ha fatto lei che, inseguendo un sogno, è partita da una palestra di Senigallia dove ha mosso i suoi primi passi, conquistando il palcoscenico delle più importanti città del mondo. Tra i suoi prestigiosi incarichi c’è stato anche quello di insegnare danza alla figlia della famiglia reale del Marocco. Nel tempo libero ha frequentato gli studi di registrazione e il canto è diventata la sua seconda passione insieme al ballo. Si sono fuse trasformandola nell’artista internazionale che è oggi. Nel 2011 con Dale Dale è diventata la regina incontrastata della Zumba.

© RIPRODUZIONE RISERVATA