Selvaggia Lucarelli contro Le Iene: «Programma socialmente pericoloso, chi sarà la prossima vittima?»

Selvaggia Lucarelli contro Le Iene: «Programma socialmente pericoloso, chi sarà la prossima vittima?»
Selvaggia Lucarelli contro Le Iene: «Programma socialmente pericoloso, chi sarà la prossima vittima?»
3 Minuti di Lettura
Martedì 8 Novembre 2022, 14:46

Selvaggia Lucarelli attacca Le Iene. La giornalista nelle ultime ore si è scagliata contro il programma di Italia 1 definendolo «socialmente pericoloso».

«Senza pietà»

«Aspettare un uomo che ha pagato il suo debito con la giustizia sotto casa. Un uomo che sta spingendo l'anziana madre che grida 'aiuto' su una carrozzina. Rendere riconoscibile lui, la sua casa. Il suicidio. Il metodo Iene, ancora una volta, senza pietà».

Cosa ha scritto Selvaggia

Selvaggia Lucarelli su in un post pubblicato su Twitter si scaglia contro il programma Le Iene accusandolo, in un lungo editoriale pubblicato sul Domani, di essere «socialmente pericoloso». La giornalista attacca il programma di Davide Parenti dopo il suicidio del 64enne di Forlimpopoli (Forlì-Cesena) finito al centro della vicenda legata al suicidio di Daniele, un giovane di 24 anni si era tolto la vita dopo aver scoperto che, dietro al profilo della sua fidanzata conosciuta online e con cui chattava da oltre un anno, c'era in realtà il 64enne che poi si è suicidato.

Il programma Le Iene, contattato dall'Adnkronos, fa sapere che tornerà sulla vicenda questa sera nel corso del programma in diretta su Italia 1. «Sono due decenni - scrive ancora la Lucarelli sul Domani - che si assiste allo scempio che 'Le Iene' fanno del giornalismo, che accettiamo le immagini di macchiette in giacca e cravatta all'inseguimento di persone per strada, sul proprio posto di lavoro, nelle proprie abitazioni private. A microfoni sbattuti sui denti per strappare manate e parolacce che serviranno a dimostrare chi è il cattivo, a errori grossolani, a giustizialismo spacciato per giustizia, a ghigliottina spacciata per giornalismo».

«La tv usata come manganello sui detrattori, da sempre. È per questo che quello che è accaduto in questi giorni, il suicidio di un uomo a seguito di un servizio di Matteo Viviani e Marco Fubini de Le Iene non mi stupisce affatto», prosegue la Lucarelli che conclude il suo editoriale con l'interrogativo «chi sarà la prossima vittima?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA