AstraZeneca, il Canada sospende il vaccino agli under 55: «Rischi coagulazione nel sangue». Stop anche a Berlino

Martedì 30 Marzo 2021
AstraZeneca, stop al vaccino in Canada agli under 55: «Rischi di coagulazione nel sangue»

Il Canada ha sospeso l'uso del vaccino Covid-19 di AstraZeneca su persone di età inferiore ai 55 anni, dopo le segnalazioni di effetti collaterali della coagulazione del sangue in EuropaIl cambiamento della linea dei funzionari sanitari canadesi è netto: fino ad ora infatti, il pool sanitario aveva affermato che AstraZeneca era sicuro «per le persone di tutte le età», soprattutto dopo che i governi in Europa avevano sospeso l'uso del vaccino per diversi casi di effetti collaterali. 

 

Health Canada, l'autorità di regolamentazione dei farmaci del paese, ha quindi ordinato ad AstraZeneca di condurre un'analisi dettagliata del rapporto rischio-beneficio sul vaccino per età e sesso.

Le informazioni, hanno detto i funzionari, aiuterebbero a determinare se specifici gruppi demografici potrebbero essere a rischio più elevato. Funzionari canadesi hanno affermato che il cambiamento nella guida su AstraZeneca deriva dall'emergere di ulteriori segnalazioni di coagulazione del sangue nelle persone che hanno ricevuto il vaccino in Europa. Alcuni casi europei sono stati esaminati in un recente documento di ricerca incentrato su pazienti in Germania e Austria. 

Vaccino AstraZeneca, il nuovo modulo di consenso informato con aggiornamenti

Vaccino AstraZeneca, 100% efficacia nel prevenire casi gravi e no aumento rischio trombosi: lo studio Usa

Neonata immunizzata in gravidanza: trovati anticorpi nel cordone ombelicale. La mamma era stata vaccinata

«C'è una sostanziale incertezza sui benefici di fornire il vaccino AstraZeneca agli adulti sotto i 55 anni dati i potenziali rischi», ha spiegato Shelley Deeks, vice presidente della commissione.

Da nuovi dati provenienti dall'Europa si evince che il rischio di trombi è potenzialmente di uno su 100 mila, più alto di uno su un milione ritenuto in precedenza, ha aggiunto. Da qui, la decisione di sospenderne l'uso, in attesa di nuovi analisi rischi-benefici, e l'invito a chi lo abbia ricevuto negli ultimi 20 giorni di consultare un medico. «Finora, non sono stati riportati casi» di trombi in Canada, ha comunque sottolineato il responsabile medico, Supriya Sharma. 

Stop anche a Berlino

L'ospedale Charité di Berlino ferma le vaccinazioni delle sue collaboratrici sotto i 55 anni di età. Lo riferisce la Dpa. «Questo passo si rende necessario per la Charité perché nel frattempo ci sono stati altri casi di trombosi cerebrale di donne in Germania», ha detto la portavoce della clinica universitaria Manuela Zingl.

Nessuna complicazione ha riguardato le vaccinazioni alla Charité, ha specificato la portavoce. Anche il distretto di Euskirchen in Nordreno-Vestfalia ha sospeso la vaccinazione con AstraZeneca alle donne sotto i 55 anni dopo che la settimana scorsa un'altra donna di 47 anni era morta in seguito alla vaccinazione. Poco dopo, si è saputo che anche tutto il Land di Berlino interrompe le vaccinazioni con AstraZeneca per le donne sotto i 60 anni. Lo ha annunciato la Senatrice responsabile della Sanità berlinese Dilek Kalayci, riferendo di nuovi dati sugli effetti collaterali. Secondo il Paul Ehrlich Institut, l'istituto nazionale per le vaccinazioni, sono 31 in Germania fino ad oggi i casi di trombosi cerebrale dopo il vaccino AstrAzeneca.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA