Vandalismi e spaccio, in arrivo altre spycam nella zona del Miralfiore. Telecamere anche contro i teppisti dell’estate al mare

I danni provocati in via Nazario Sauro l'estate scorsa
I danni provocati in via Nazario Sauro l'estate scorsa
di Thomas Delbianco
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Febbraio 2022, 07:50

PESARO - Sempre più telecamere per la sicurezza della città. Non solo Miralfiore, in arrivo nuovi occhi elettronici anche in zona mare per arginare i vandalismi dei giovani, soprattutto in estate. Si è tenuta ieri pomeriggio la riunione della Prima Commissione, incentrata sui temi di sicurezza cittadina e lavoro della Protezione Civile.

 
Le relazioni
Nella commissione, presieduta da Maria Rosa Conti (Europa Verde), con vice Francesco Totaro (Lega). Hanno relazionato l’assessore alla Sicurezza Enzo Belloni e il responsabile comunale della Protezione Civile Ugo Schiaratura. Non era presente la comandante della Polizia Municipale Francesca Muzzini, e per questo verrà organizzata una nuova commissione con un focus specifico sulla sicurezza, tematica sulla quale ieri si è comunque iniziato a discutere. «Le commissioni che ho iniziato ad organizzare già dalla scorsa settimana sono illustrative delle deleghe - spiega la presidente Conti - ho invitati i commissari a fare proposte nuove. Stanno emergendo idee propulsive interessanti che potrebbero confluire anche in nuove mozioni, regolamenti, proposte specifiche per lavorare su progetti anche innovativi». 


Dice Totaro: «Per la sicurezza sono state affrontate le note problematiche legate alla zone del Monumento alla Resistenza e Miralfiore. L’assessore ha illustrato come si stanno muovendo con le varie pattuglie, il coordinamento tra polizia locale e forze dell’ordine. E’ stato presentato il piano di una nuova telecamera al Parco Miralfiore, le unità che sono in campo attualmente. Un bando che verrà fatto per quanto riguarda le telecamere nella zona mare, dove si trovano spesso problematiche, in particolar modo in estate, con ragazzi che lasciano bottiglie rotte e degrado in giro. Faremo una commissione ad hoc su questa problematica». 


La protezione civile
Poi analisi sulla Protezione civile: «Abbiamo parlato di quello che svolgono ogni giorno, con circa 140 volontari a servizio. Verrà presentata una mozione con una modifica del regolamento, con l’abbassamento dell’età per accedere al servizio anticipata dai 18 a 16 anni per poter entrare nella Protezione Civile. Ho proposto di interagire con i servizi educativi per poter entrare nelle scuole e sensibilizzare i ragazzi - riferisce ancora il vicepresidente della Prima Commissione - Questa proposta è stata accolta con entusiasmo e andrà avanti come commissione. Ho chiesto di organizzare una giornata dedicata al Miralfiore per farsi conoscere, arrivare a questi ragazzi. Bisogna cercare di intercettare più giovani possibili con la Protezione Civile. In modo che si responsabilizzino. E’ una grande famiglia quella della Protezione Civile, faccio loro i complimenti. Assessore e presidente della commissione sono stati a favore di questa soluzione. Inoltre, ho chiesto di sorvegliare le piste ciclabili. E’ molto importante, in estate si utilizzano molto. Possono verificarsi incidenti, mettere una pattuglia in bici è fondamentale, non solo nelle aree urbane, ma anche nella zona mare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA