Pesaro, colpi di pietra per rubare nei chioschi: il raid a Sottomonte finisce con l’arresto

A colpi di pietra per rubare nei chioschi: il raid a Sottomonte finisce con l arresto
A colpi di pietra per rubare nei chioschi: il raid a Sottomonte finisce con l’arresto
di Osvaldo Scatassi
3 Minuti di Lettura
Martedì 13 Febbraio 2024, 03:25 - Ultimo aggiornamento: 18:14

PESARO Allarme per una serie di irruzioni ladresche nei chioschi di concessioni balneari tra Pesaro e Fano nella tarda serata di domenica. Arrestato per furto, per resistenza e per lesioni a pubblico ufficiale un giovane di origini africane. Ieri si è svolta nel Tribunale a Pesaro l'udienza con rito per direttissima: l'autorità giudiziaria ha convalidato l'arresto e disposto la misura cautelare della detenzione nel carcere a Villa Fastiggi. È previsto che il processo si svolga alla fine del mese: sono stati infatti richiesti i cosiddetti termini a difesa.

La ricostruzione

Tre colpi in fila, uno dopo l'altro nella serata di domenica scorsa, e tutti molto rudimentali.

Sono state infatti usate delle pietre per avere ragione sia degli infissi sia delle loro protezioni invernali e penetrare all'interno dei chioschi che chiaramente in questa stagione, nel cuore di febbraio, sono tutti chiusi quindi con ben poco da rubare. Il bottino? Ben magro appunto: giusto qualche spicciolo rimasto dopo la chiusura estiva della struttura.

Gli accertamenti

Coordinato dal vice questore Stefano Seretti, il personale del commissariato sta svolgendo ulteriori accertamenti su altri recenti episodi analoghi avvenuti a Fano e che abbiano caratteristiche analoghe: danni rilevanti, refurtiva irrisoria. L'allarme è dunque scattato durante la serata dell'altro ieri, dopo le due irruzioni in altrettanti chalet del lungomare pesarese. Ed è stato proprio al confine con Fano, nella zona di Fosso Sejore, che gli agenti del commissariato hanno individuato intorno alle 23.30 un giovane in fuga, a piedi, tra la statale Adriatica e la pista ciclabile che collega la città a Pesaro. Bloccarlo, però, è stato tutt'altro che facile. L'immigrato si è infatti ribellato e ha colpito il personale in servizio sulla Volante che, dopo avere effettuato l'arresto, si è affidato alle cure del pronto soccorso locale. Entrambi i poliziotti hanno riportato lesioni leggere, che guariranno nell'arco di alcuni giorni. Risulta che il giovane di origini africane fosse già tenuto d'occhio dalle forze dell'ordine. Senza lavoro fisso, vive accampato dove capita e finora ha gravitato in prevalenza intorno a Fano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA