Fano: «Sassonia avrà le scogliere». Brunori, l’ultima promessa

«Sassonia avrà le scogliere». Brunori, l ultima promessa
«Sassonia avrà le scogliere». Brunori, l’ultima promessa
di Massimo Foghetti
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Novembre 2023, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 12:03

FANO Sassonia Sud ha presentato di nuovo il conto delle sue richieste all’Amministrazione Comunale. Da anni attende che tutta la fascia litoranea compresa dalla ferrovia al mare venga riqualificata, come si è fatto nel tratto precedente dal porto all’inizio di viale Ruggeri. 

 
L’abbandono


Mentre questo primo tratto è stato oggetto di grande attenzione già con l’esecuzione del progetto Lamedica e ora con la nuova ristrutturazione del warterfront, per la zona più a sud si sono spese soltanto parole e tutta l’area è stata lasciata in abbandono. Venerdì scorso c’è stato un nuovo incontro tra il comitato che rappresenta le istanze dei residenti e l’assessora ai Lavori Pubblici Barbara Brunori che questa volta si è assunta precisi impegni. E’ stato confermato che nei primi mesi del prossimo anno, cioè prima della scadenza di questa tornata amministrativa, verranno realizzate le scogliere soffolte che dovranno proteggere l’area dell’ex pista dei go karts, ormai unico varco rimasto alla furia del mare che quando soffia il vento da levante invade un’ampia superficie dove si trovano le abitazioni.

E’ stato confermato che verrà realizzata anche la pista delle barche, un’infrastruttura utile non solo per l’apparato industriale della cantieristica che l’attende da una decina di anni, ma anche per l’arredo della zona che con la pista assumerà una nuova immagine.

Sono state promesse anche le asfaltature di viale Ruggero Ruggeri continuamente tormentato dalle mareggiate e di via Fratelli Zuccari. Tutto questo, come abbiamo detto, entro la prima metà dell’anno prossimo. L’ex pista dei go karts e la zona del Bersaglio in realtà costituiscono virtualmente le vere potenzialità di rinascita dell’intero quartiere Le Brecce. Qui un tempo l’architetto Dierna vi aveva progettato un complesso turistico di grande attrazione che avrebbe nobilitato anche tutto il rettilineo di viale Ruggeri, tratto di raccordo tra le due Sassonie.

«Qualcosa comunque – ha dichiarato Fabio Donigaglia – nell’ultimo incontro abbiamo ottenuto: l’impegno cioè che gli spettacoli viaggianti non faranno o più tappa a Sassonia Sud. Per noi la riqualificazione dell’ex pista dei go karts e della zona del Bersaglio è estremamente importante; sembra che l’intervento sia inserito nel quarto stralcio del progetto fronte – mare, ma di questo ancora non sappiamo niente. Tutto sommato comunque l’incontro di venerdì scorso è stato positivo in quanto abbiamo ottenuto almeno il “minimo sindacale”. Sassonia sud meriterebbe di più. Attende per esempio da lungo tempo che qualcosa si muova per ristabilire un varco sulla ferrovia dopo la chiusura del passaggio a livello di via del Bersaglio. 


Struttura invalicabile


Il cavalcaferrovia che è stato costruito in alternativa costituisce per la sua ripidità un’infrastruttura invalicabile per molti anziani, i quali si sentono imprigionati nel loro quartiere. La realizzazione di un sottopasso consentirebbe di fruire di un accesso diretto alla Statale 16 e al quartiere di San Lazzaro, raggiungibili ora solo con un lungo giro. Sembra comunque che almeno a livello progettuale, limitatamente al transito pedonale, qualcosa si muova anche a questo riguardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA