Benessere, il metodo Naikan: medita e scopri i benefici della gentilezza

Mercoledì 24 Novembre 2021 di Maria Serena Patriarca
Benessere, il metodo Naikan: medita e scopri i benefici della gentilezza

La gentilezza, come sostiene lo scrittore e sociobiologo Daniel Lumera «è un processo inclusivo i cui elementi caratteristici sono empatia, cortesia, amorevolezza e spirito di servizio»: non si tratta solo di cortesia o sorrisi, ma di un impegno vero nel superamento della concezione di contrapposizione tra noi e il resto del mondo, basato sul concetto di reciprocità, dove il benessere individuale va di pari passo con la responsabilità collettiva.

La meditazione in sintonia con l’obiettivo di coltivare la gratitudine e la gentilezza arriva dal Giappone e si chiama Naikan: questa parola, letteralmente, significa e “guardarsi dentro” e la pratica meditativa Naikan si sta diffondendo, specialmente dal dilagare del Covid in poi, sempre più anche in Occidente. Il Metodo è stato ideato dal manager buddista Yoshimoto Ishin che, a un certo punto della sua carriera, ha avvertito il bisogno di dare un valore aggiunto alla propria vita personale e imprenditoriale, coltivando tecniche di autoriflessione che alleviassero lo stress e dessero sprint al lavoro, attraverso momenti di meditazione ispirati al buddismo Shin giapponese. Secondo Ishin, è la mancanza del sé la vera responsabile dell’infelicità degli uomini. Il segreto del successo del Metodo risiede nel fatto che è strutturato, appunto, come un momento di autoriflessione attraverso cui possiamo dare il via ad un’analisi oggettiva su noi stessi e sulle nostre relazioni con ambienti e persone. La riflessione meditativa Naikan parte da semplici domande: cosa ho ricevuto dal mondo? che cosa ho dato in cambio? cosa ho ostacolato nel suo divenire? Il Naikan, come tecnica introspettiva, è sempre più utilizzato anche in workshop aziendali, per far fronte al crisis management e ristabilire armonia nelle dinamiche interpersonali.

Ultimo aggiornamento: 26 Novembre, 12:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA