Tirreno e Adriatico, accordo tra porti
Giampieri: «Opportunità per Ancona»

Tirreno e Adriatico, accordo
tra porti. Giampieri:
«Opportunità per Ancona»
ANCONA – I porti dell'Italia centrale si mettono rete. Un accordo di cooperazione fra l’Autorità di sistema portuale del mar Tirreno centro settentrionale e quella del mare Adriatico centrale sarà firmato domani, 24 novembre, a Civitavecchia dai rispettivi presidenti, Francesco Maria di Majo e Rodolfo Giampieri. L’intesa sarà siglata alle 9 prima del convegno “The role of Mediterranean ports in the future of European transports corridors” (Il ruolo dei porti del Mediterraneo nel futuro dei Corridoi europei di trasporto) a cui parteciperanno rappresentanti dell’Unione europea, della Croazia, del Governo italiano, della Regione Lazio, Marche, Abruzzo e degli imprenditori.
“Alla luce dell’imminente completamento della Quadrilatero, che arricchisce le infrastrutture già presenti nel territorio – afferma il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri -, questo è un accordo strategico che unisce trasversalmente Adriatico e Tirreno centrale creando un percorso privilegiato fra Spagna e Croazia, Albania, Grecia e Turchia attraverso i porti di Civitavecchia, Ortona e Ancona. Una proposta di sviluppo che integra sempre di più i nostri territori all’interno delle reti logistiche comunitarie”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 23 Novembre 2017, 17:07 - Ultimo aggiornamento: 23-11-2017 17:07

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO