Pesce scaduto, retata dei Nas nelle Marche: sequestri, denunce e 13mila euro di multe

Lunedì 27 Gennaio 2020
Pesce scaduto, retata dei Nas nelle Marche: sequestri, denunce e 13mila euro di multe

ANCONA - Campagna di controllo dei Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni nella filiera del pesce e nei ristoranti: raffica di sequestri, multe e denunce, soprattutto per la cattiva conservazione dei prodotti ittici e per infrazioni sulla loro tracciabilità.

LEGGI ANCHE:
Ancona, sconcerto in centro: pipì sulla serranda in mezzo alla gente e a pochi metri dai bagni pubblici

Giro di vite contro ubriachi e drogati, fermato un giovane con 14 dosi di hashish


Il bilancio parla di di due titolari di azienda denunciati, sei persone segnalate e 13mila euro di multe. e
segnalate 6 persone e circa 13.000 euro di multe. I Nas di Ancona hanno sequestrato, in provincia, circa 850 kg di pesce in cattivo stato di conservazione, con il titolare multato e denunciato. In un risorante bar e sala scommesse sono stati sequestrati una ventina di chili di pesce scaduto, multa e segnalazione per il titoolare.
Il blitz ha coinvolto anche la provincia di Macerata: trovati in una ditta 10 kg di pesce privo di ogni tracciatura, anche in questo caso multa e segnalazione per il titolare. Sequestro più grande, circa 100 kg, ma per lo stesso motivo in un'altra azienda: multa di 1.500 euro e segnalazione. Denunciato per fode un ristoratore che serviva pesce congelato senza averlo indicato sul menù. In provincia di Fermo è finita nel mirino un esercizio di vendita al dettaglio di pasta farcita: 6 kg di prodotti sequestrati per mancata tracciabilità, titolare segnalato e multato di 1.500 euro. 

Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio, 15:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA