Meno uno al ritorno in classe nelle Marche: dai treni ai bus, ecco tutte le regole da tenere a mente

Martedì 14 Settembre 2021 di Andrea Taffi
Meno uno alla ritorno in classe nelle Marche: dai treni ai bus, ecco tutte le regole da tenere a mente

ANCONA - «Un grande lavoro di squadra all’insegna dei più elevati standard di sicurezza nei trasporti». Commenta così l’assessore regionale ai Trasporti, Guido Castelli il nuovo Piano Scuole a meno uno dalla prima campanella che suonerà domattina. Ecco il riepilogo delle regole fondamentali che riguarderanno gli spostamenti con i mezzi pubblici: dalle mascherine agli steward, dalle corse in più allestite alla grande organizzazione di prefetti, dirigenti scolastici e funzionari dei comuni.

Il rebus del rientro a scuola tra curve Covid in salita e lo scudo dei vaccini

 

1

TUTTI I RAGAZZI IN PRESENZA NON CI SARANNO DOPPI TURNI

Il piano scuola della Regione Marche è stato messo a punto dalla Regione assieme alle prefetture, le istituzioni del territorio, gli enti locali, il mondo della scuola e le principali aziende di bacino: Adriabus, Conerobus, Contram, Trasfer e Start Plus, con Trenitalia per i servizi ferroviari e altre aziende per i servizi urbani rimanenti tra cui Apm, Assm, Atac e TPL Osimo. La Regione Marche in proposito ha annunciato il ritorno in classe degli studenti al 100% e senza doppi turni.

 

2

EVITARE I MEZZI PUBBLICI IN CASO DI FEBBRE E TOSSE

Un passaggio importante per evitare code agli sportelli è quello di non usare i mezzi del trasporto pubblico in caso di febbre, tosse, raffreddore o disturbi respiratori. Altro accorgimento che può evitare assembramenti è quello di acquistare biglietti on-line e utilizza le App messe a disposizione degli operatori del trasporto pubblico regionale. Il titolo di viaggio va sempre tenuto a portata di mano in modo da favorire l’azione dei controllori chiamati a verificare a bordo la regolarità della presenza dei passeggeri. 

 

3

SUL BUS E ALLE FERMATE SEMPRE LA MASCHERINA

A bordo di bus e treni locali si potrà stare al di sotto del metro di distanza interpersonale, ma attenendosi a tutte le regole elencate. Sul trasporto pubblico locale non c’è l’obbligo del green pass, ma i semplici accorgimenti per la tutela della salute rimangono sempre quelli: il primo e più importante è sempre quello di indossare obbligatoriamente la mascherina chirurgica o FFP2, in modo corretto (coprendo naso e bocca), anche alle fermate, alla stazione e negli spostamenti a piedi e in gruppo.

 

4

CAPIENZA A BORDO ALL’80% ALLESTITE 169 CORSE IN PIÙ 

Il punto cruciale da rispettare è il limite della capienza dei mezzi pubblici all’80%. «Abbiamo potenziato - ha spiegato ieri l’assessore ai Trasporti Guido Castelli - rispetto al precedente Piano, le tratte, i percorsi, le fermate: sono stati, infatti, programmati fino a 169 autobus aggiuntivi giornalieri sulle tratte scolastiche; si tratta di un milione di chilometri aggiuntivi di servizio fino alle vacanze natalizie». Un onere aggiuntivo di circa 3,8 milioni di euro fino a fine anno: sarà garantito dalla Regione anche grazie a fondi statali.

 

5

INGAGGIATI 150 STEWARD PER ASSISTERE I RAGAZZI

La Regione Marche ha calcolato che ci sono 150 steward messi a disposizione dalle aziende di trasporto pubblico locale per assistere i ragazzi e controllare il rispetto delle linee guida trasporti. Tutti i mezzi di trasporto sono costantemente igienizzati e con il continuo ricambio dell’aria, con percorsi di salita e discesa indicati da segnaletica sui mezzi. Sul territorio regionale sono state aumentate le fermate degli autobus per attenuare i possibili assembramenti nei luoghi di accesso ai servizi di trasporto.

 

6

RISPETTARE LE PORTE PER SALITA E DISCESE

Come comportarsi a bordo? Intanto bisogna utilizzare le porte di accesso ai mezzi così come indicate per la salita e per la discesa per creare flussi unidirezionali. Evitare di avvicinarsi o chiedere informazioni al conducente. Prima di occupare il corridoio di circolazione, utilizzare tutti posti a sedere disponibili. Seguire sempre le istruzioni degli steward messi a disposizione degli operatori del trasporto pubblico regionale e dei volontari di Protezione Civile. e Comuni. Igienizzare le mani durante il viaggio.

 

7

CI SONO 202MILA STUDENTI E 228 SCUOLE IN REGIONE

Nelle Marche domani saranno al via oltre 200mila studenti e studentesse delle scuole marchigiane: saranno 202.422 i ragazzi e le ragazze che torneranno tra i banchi delle 9.924 classi e sezioni attivate per l’anno 2021/22 nelle 228 istituzioni scolastiche statali della regione. «Per garantire il regolare avvio dell’anno scolastico - fa sapere l’Usr - sono state effettuate 1.048 nomine in ruolo di personale docente su posto comune e 573 sul sostegno, per un totale di 1.622 assunzioni».

 

8

I DOCENTI SONO 20911: IL 95% È A TEMPO DETERMINATO

Il 95% dei 20.911 posti-docente è coperto da prof di ruolo a tempo indeterminato in servizio al 1° settembre mentre il rimanente 5% (1.100 posti) è coperto da personale assunto a tempo determinato, con contratti già perfezionati. A questi si aggiungono 2.942 posti docente (554 posti comuni di cui 30 per le scuole del “cratere”, 2.388 posti per il sostegno agli alunni diversamente abili) necessari per le esigenze contingenti riferite al nuovo anno scolastico. Sono coperti con contratti a t.d. , sino al termine delle attività. 

 

Ultimo aggiornamento: 08:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA