Furbetti del cartellino in Regione:
quattro puniti, uno sospeso 5 mesi

Furbetti del cartellino
in Regione: quattro puniti
Uno sospeso 5 mesi
ANCONA - I dipendenti della Regione? Un modello, o quasi. A parte il furbetto che si è beccato cinque mesi di sospensione senza stipendio per un procedimento disciplinare maturato a seguito di un grave illecito amministrativo. Ma non è stato l’unico ad accumulare ritardi o a farsi trovare con il badge di entrate/uscite lacunoso. Nel complesso, infatti, tra il 2016 e il 2017, sono stati quattro i provvedimenti disciplinari intrapresi che hanno comportato, in base alla gravità dell’illecito, in un caso il rimprovero scritto, in tre la sospensione dal servizio per periodi che vanno da un giorno lavorativo a cinque mesi con corrispondente decurtazione dello stipendio. Si trattava di tutte assenze ingiustificate: in due di questi quattro casi, inoltre, sono state riscontrate anomalie nei certificati e, in seguito alle visite fiscali, sono state accertate irregolarità. Singolarissima la posizione del dipendente spedito a casa per cinque mesi in punizione: gli atti sono stati secretati, ha finito di scontare la punizione lo scorso inverno e per lui si parla di una grave violazione amministrativa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 6 Dicembre 2017, 12:57 - Ultimo aggiornamento: 06-12-2017 12:57

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO