Palestre, ristoranti e il Qr-code in tasca per tornare a vivere: ecco settore per settore tutto quello che cambierà dal 6 agosto

Sabato 24 Luglio 2021
Palestre, ristoranti e il Qr-code in tasca per tornare a vivere: ecco settore per settore tutto quello che cambierà dal 6 agosto

ANCONA  - La questione è stata chiarita dal premier Draghi giovedì sera. Per tornare a vivere e contenere i contagi da Covid dal 6 agosto ci sarà il Green pass.

La certificazione che dà campo libero a pranzi e cene al chiuso, che consente di andare al cinema, al teatro, in palestra, si ottiene con una dose di vaccino, un tampone negativo entro le 48 ore dall’evento e con la guarigione dall’infezione entro sei mesi.

 

I controlli dovranno avvenire nei luoghi di destinazione e sono previste sanzioni a chi non avrà con sè il Green pass. Ci vorrà tempo per adattarsi alla nuova condizione di controllato speciale. Ma ne va del futuro delle Marche e dei marchigiani.

BAR E RISTORANTI

Tavoli al chiuso, la certificazione è obbligatoria

Venerdì 6 agosto scatta l’obbligo di Green Pass per accedere a bar, ristoranti, locali, enoteche. Servirà però solo per le consumazioni al tavolo all’interno dei locali. La norma vale sia in zona bianca sia in zona gialla.

CINEMA, TEATRI E MUSEI

Ci vuole il pass ma aumentano gli spettatori

Obbligo Green pass per cinema e teatri. In zona gialla capienza non oltre il 50% e gli spettatori passano all’aperto a 2500 e al chiuso a 1000. In zona bianca, il tetto di spettatori all’aperto è di 5000 persone e al chiuso di 2500. Bisognerà indossare la mascherina e sedersi a un metro di distanza.

PARCHI TEMATICI

Solo gli under 12  possono entrare senza certificato

Tutti i ragazzi che vogliono andare al lunapark, nei parchi acquatici, in quelli a tema o di divertimento devono avere il Green pass. Sono esclusi i bambini under 12, ma non i loro genitori o accompagnatori che dovranno esibire il Qr code. Lo stesso vale per i centri culturali o ricreativi al chiuso.

I CONTROLLI

La validità viene verificata con una speciale applicazione

La validità del Green pass può essere verificata dalle forze dell’ordine, dai pubblici ufficiali, dal personale di ospedali e Rsa, ma anche dai gestori dei locali, dagli organizzatori di eventi e dai proprietari o affittuari delle location nelle quali è necessario esibirlo. Il processo di verifica prevede l’utilizzo della app gratuita VerificaC19, installata su un dispositivo mobile, anche se offline. 

 

GREEN PASS

Tessera sanitaria, authcode ecco come ottenere il codice

Tutte le informazioni per scaricare il Green pass sono sul sito www.dgc.gov.it. Ci si può collegare al sito, inserire Spid o Cie e scaricare il Qr code da stampare o salvare. Oppure inserire il numero di tessera sanitaria e l’authcode, inviato via sms o mail dal ministero della Salute. Ancora: sulla app Immuni, inserendo il numero di tessera sanitaria e l’authcode. Oppure accedere alla app Io con Spid o Cie.

TRASPORTI

Treni, aerei, bus i viaggi sono liberi (per il momento)

La certificazione verde non serve per i mezzi a lunga percorrenza: treni, traghetti, aliscafi e voli nazionali. E la stessa cosa vale per il trasporto pubblico locale: bus, tram, metro. La decisione è stata rinviata, assieme a quella sull’obbligo vaccinale a scuola. Verrà però affrontata a stretto giro.

FITNESS E WELLNESS

Palestre e piscine se sono indoor serve l’antivirus

Tra i luoghi in cui dal 6 agosto sarà necessario entrare con il Green pass ci sono palestre, piscine, centri natatori, circoli sportivi, pure se si trovano all’interno di strutture ricettive come alberghi o residence. Ma solo per le attività al chiuso. Lo stesso vale per i centri benessere, le spa e i centri termali.

 

Ultimo aggiornamento: 16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA