Vax days per i 13.600 studenti degli esami di Stato, 5 giorni (fino a domenica) per sottoporsi alla profilassi antiCovid

Martedì 1 Giugno 2021 di Maria Teresa Bianciardi
Vax days per i 13.600 studenti degli esami di Stato, 5 giorni (fino a domenica) per sottoporsi alla profilassi antiCovid

ANCONA - Cinque giorni, da domani a domenica, dedicati alle vaccinazioni dei 13.600 studenti che il 16 giugno dovranno affrontate gli esami di Stato, i secondi in modalità emergenza pandemica. La Regione ha finito di mettere a punto la macchina organizzativa con una corsia preferenziale dedicata proprio ai maturandi delle Marche e da domani prenderà il via la campagna Vax days proprio per i ragazzi che frequentano le quinte superiori.

 

L’organizzazione
Una profilassi scadenzata in ordine alfabetico che durerà fino a domenica dalle 8 alle 18,30, senza bisogno di prenotazione anche se occorrerà compilare i moduli di adesione alla vaccinazione antiCovid. «È un ulteriore passo avanti per l’immunizzazione della popolazione - si legge nella nota inviata dalla Regione - e un segnale che l’amministrazione regionale e l’assessore Saltamartini hanno voluto dare ai giovani». Si inizia dunque domani con i cognomi dalla A alla c, poi giovedì 3 con quelli dalla D alla L, venerdì 4 giugno con i cognomi dalla M alla P, sabato 5 giugno (Q – Z) e infine domenica sarà una giornata aperta a tutti coloro che non sono riusciti a farlo nei giorni precedenti. Sedici i punti vaccinali in tutta la regione dove i futuri maturi potranno sottoporsi alla profilassi antiCovid: Pesaro (Iper Rossini ex Ristò, via Gagarin e Ospedale Marche Nord), Urbino (Bocciodromo via Neruda), Fano (Centro Ortofrutticolo Codma) Ancona (PalaPrometeo ex Palarossini e Ospedale Torrette) Senigallia (Caserma Vigili del Fuoco) Jesi (Palestre Zannoni) Fabriano (Nuova Palestra Fermi) Macerata (Centro Vaccinale Piediripa) Civitanova Marche (Centro vaccinale Stabile “Planet Ric” via Silvio Pellico) Camerino (Centro sportivo Le Calvie) Fermo (Scuola Mancini) Ascoli Piceno (Palazzetto dello Sport Monticelli) San Benedetto del Tronto (Palazzetto dello Sport “B.Speca”). 

 


I prossimi step
Intanto la Commissione europea e poi l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) - come quella europea Ema 3 giorni fa - hanno approvato l’utilizzo di Pfizer tra i 12 ed i 15 anni. «I dati disponibili dimostrano l’efficacia e la sicurezza del vaccino anche per i soggetti compresi in questa fascia di età», rassicura Aifa. Entrano così in campo i pediatri. «Visto che in media ognuno ha in carico circa 200 ragazzi e ragazze tra i 12 e 16 anni e che con ogni fiala si possono fare 6 dosi, e calcolando l’uso di una fiala al giorno, quindi 30 somministrazioni a settimana - affermano alla Federazione italiana medici pediatri (Fimp) -, possiamo arrivare a 120 adolescenti vaccinati (per ogni pediatra, ndr) con la prima dose in un mese, e quindi completare tutta la platea 12-16 anni in un mese e mezzo o due. L’obiettivo di una ripartenza in sicurezza delle scuole è realistico». Da giovedì le Regioni saranno autorizzate a programmare l’inoculazione senza restrizioni anagrafiche, mentre nelle Marche su 929.490 dosi vaccinali consegnate, ne sono state somministrate 903.528, pari al 97,2%: di queste, 600.699 è il totale delle prime dosi e 302.829 quello dei richiami. La provincia con più somministrazioni è quella di Ancona (309.049), seguita da quella di Pesaro Urbino (213.722), di Macerata (166.889), di Ascoli (126.500) e di Fermo (87.368). «Non appena giungeranno notizie sulla consegna dei rifornimenti di giugno - ha sottolineato l’assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini -, apriremo gli slot per tutti coloro i quali vorranno vaccinarsi. Alle fine del mese, in base ai dati in nostro possesso, raggiungeremo 1 milione di persone che hanno ricevuto la 1 dose, rispetto ad una platea vaccinale di 1,2 milioni. Se non sarà una piena immunizzazione di massa, a quel punto dipenderà solo da noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 22:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA