Covid, i nuovi infettati oggi nelle Marche sono 259, le province dove il contagio è maggiore /Il virus nelle regioni in tempo reale

Covid, i nuovi infettati oggi nelle Marche sono 259, le province dove il contagio è maggiore /Il virus nelle regioni in tempo reale
3 Minuti di Lettura
Sabato 1 Maggio 2021, 10:17 - Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 14:47

ANCONA - Primo Maggio, festa del lavoro. Ma la sanità, ancora di più che in tempo non di pandemia, non si ferma. La lotta con il Covid non può permettersi di abbassare la guardia. Ci sono i malati, i nuovi contagiati. Altri positivi al coronavirus che oggi 1 maggio 2021 nelle Marche sono  259.

Il dato lo ha comunicato Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 5258 tamponi: 2944 nel percorso nuove diagnosi (di cui 990 nello screening con percorso Antigenico) e 2314 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all'8,8%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 259 (50 in provincia di Macerata, 27 in provincia di Ancona, 80 in provincia di Pesaro-Urbino, 34 in provincia di Fermo, 51 in provincia di Ascoli Piceno e 17 fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (51 casi rilevati), contatti in setting domestico (50 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (70 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (1 caso rilevato), contatti in setting assistenziale (1 caso rilevato), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (8 casi rilevati), screening percorso sanitario (1 caso rilevato). Per altri 77 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 990 test e sono stati riscontrati 72 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 7%.

I vaccini, avanti senza sosta

Il Primo Maggio  anche la campagna di vaccinazione non può conoscere sosta, l'obiettivo del commissario Figliuolo è chiaro: 500mila dosi iniettate al giorno. Non sempre tuttavia ci si riesce, in molti casi a causa della mancanza di vaccini che però arrivano e sono annunciati a milioni per i prossimi giorni. Ci sono poi Regioni che corrono, un bell'esempio è il Lazio che passa alla fascia 58-59 anni e si pone l'obiettivo in tempi stretti di arrivare ai quarantenni. E dove invece neppure si sa quando finiranno i sessantenni, come nelle Marche dove le prenotazioni per la fascia 60-64 anni ferme al palo. 

IL CONTAGIO NELLE REGIONI

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA