Ancona infiamma il contagio Covid nelle Marche: è la quarta provincia d'Italia per circolazione del virus

Mercoledì 24 Febbraio 2021 di Lorenzo Sconocchini
Ancona infiamma il contagio Covid nelle Marche: è la quarta provincia d'Italia per circolazione del virus

ANCONA-  Così tanti nuovi casi positivi in un giorno non se ne vedevano dal picco della seconda settimana di gennaio. La curva dell’epidemia nelle Marche ha un rialzo fino a quota 581 contagi, con un tampone positivo ogni quattro persone sottoposte a test molecolare nella giornata di lunedì (2.333). Numeri da record assoluto invece per i test rapidi dello screening antigenico, con ben 211 positivi su 2.609 tamponi (l’8%) anche se per la diagnosi certa di infezione da Coronavirus bisognerà attendere il test molecolare di conferma.

 

Con i 581 casi di ieri le Marche raggiungono i 64.444 contagiati in un anno quasi esatto di epidemia, visto che il primo caso di Sars-Cov-2 venne diagnosticato il 25 febbraio 2020 a un giovane tecnico di Vallefoglia, nel Pesarese, che s’era contagiato vicino Codogno, prima zona rossa d’Italia, dov’era per lavoro.

Il traino

Ancora una volta a trainare le Marche in una fase calda dell’epidemia è la provincia di Ancona, che ieri ha assorbito quasi la metà dei nuovi casi in regione, 274 contagi su 581. Seguono le province di Macerata (122), Pesaro Urbino (69), Ascoli Piceno (57), e Fermo (33) mentre sono 26 i casi di fuori regione. Con il rialzo di ieri la provincia di Ancona porta il bilancio settimanale a 1.638 nuovi positivi, con 234 di media giornaliera e un’incidenza di 347,6 nuovi positivi ogni 100 mila abitanti. Il virus circola con maggiore intensità, rispetto alla popolazione residente, solo in 3 province italiane: Bolzano (527), Bologna (385) e Pescara (380). Ancona ieri è salita dal sesto al quarto posto, scavalcando Brescia (326) e Trento (318). Più indietro in questa classifica le altre province marchigiane: Macerata con un’incidenza settimanale di 170 nuovi casi ogni 100mila residenti, Pesaro con 132, Fermo con 117 e Ascoli con 105. 

Sale nelle Marche anche il numero dei sintomatici: dei 581 contagiati dell’ultima tornata, 68 (quasi il 12%) manifestano qualche segno clinico del Covid-19. La quota dei sintomatici è un parametro tra i più monitorati non solo perché incide nel calcolo settimanale dell’indice Rt, tra i più influenti nel definire il colore di una regione, ma soprattutto perché si riflette sui ricoveri ospedalieri dovuti all’epidemia. Nelle Marche il trend è in aumento: dopo il +15 di lunedì, anche ieri il saldo nei reparti Covid nelle Marche, nonostante le 28 dimissioni, è stato in crescita (+12) con un aumento complessivo da 621 a 633. Resta invariato però il numero dei pazienti in Terapia intensiva (78) che occupano il 34% del totale dei posti letto da rianimazione nelle Marche. Continuano a crescere i positivi in isolamento domiciliare (8.491, +203), mentre i guariti e dimessi salgono a 53.109 (+357).

© RIPRODUZIONE RISERVATA